stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Miglior attacco del girone e difesa solida: i numeri del Padova, avversario del Palermo in finale
FINALE PLAYOFF

Miglior attacco del girone e difesa solida: i numeri del Padova, avversario del Palermo in finale

di
palermo calcio, Palermo, Calcio
Il tecnico del Padova Massimo Oddo

Dopo la serata magica del Barbera, il sogno promozione del Palermo passa dalla doppia sfida con il Padova. Pochi dubbi sulla data della gara di andata che si giocherà domenica 5 giugno allo Stadio Euganeo di Padova mentre è ancora da capire se il ritorno al Barbera sarà il 12 giugno così come prevede il calendario o se sarà giudicato in conflitto con le elezioni amministrative dello stesso giorno e se dunque sarà necessario cambiare data.

A Padova il Palermo e i suoi tifosi troveranno uno stadio ridimensionato rispetto alle sue dimensioni originali proprio perché il vecchio impianto veneto è in piena fase di ristrutturazione. Disponibili, così come ieri con il Catanzaro, circa 8000 posti complessivi con un settore ospiti abbastanza ampio tanto da poter contenere circa 1500 tifosi della squadra avversaria.

Il Padova, così come il Palermo, arriva a questa sfida con un pesante bottino in fatto di diffidati, 11 per entrambe le squadre: Della Latta, Hraich, Dezi, Kirwan, Pelagatti, Gasbarro, Ajeti, Ronaldo, Germano, Santini e Jelenic fra le fila della squadra di Oddo. Massolo, Pelagotti, Buttaro, Marconi, De Rose, Damiani, Odjer, Valente, Brunori, Giron e Crivello fra i rosanero.

Il Padova ha disputato la stagione regolare puntando alla promozione diretta e giocandosela con il SudTirol fino all'ultima giornata: 85 punti per la squadra di Oddo che ha avuto il migliore attacco del suo girone con 60 gol realizzati ma anche una grande difesa (solo 26 reti subite), seconda soltanto alla squadra di Bolzano poi promossa in serie B. Il Padova, tuttavia, in questi play-off ha avuto un andamento altalenante vincendo in trasferta ai quarti di finale, ma perdendo poi in casa con la Juventus Under 23.

E ieri è stata una partita soffertissima contro il Catanzaro, vinta solo per una magia di Chiricò su punizione al 97’ con i supplementari alle porte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X