stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Cambio allenatore e nuova proprietà, il futuro del Palermo ad un bivio
SERIE C

Cambio allenatore e nuova proprietà, il futuro del Palermo ad un bivio

di
palermo calcio, Giacomo Filippi, Palermo, Calcio
Giacomo Filippi

È in bilico il futuro di Giacomo Filippi sulla panchina del Palermo. Il rendimento del club rosanero, sia in casa che in trasferta, le poche idee nella costruzione del gioco, i repentini cambi di modulo, le mosse a gara in corso più o meno azzeccate. Sono solo alcune della valutazioni che potrebbero portare il club di Viale del Fante a cambiare nelle prossime ore la guida tecnica della prima squadra. Il Palermo ha chiuso il 2021 con una sconfitta (la quinta stagionale), brutta e bruciante, "condita" ancora una volta da due espulsioni (dieci cartellini rossi in venti partite!), nervosismo in campo, gioco quasi assente e una resa che è sembrata davvero lampante.

Il trittico di gare che Palermo e il Palermo avevano programmato per cercare di concretizzare la volata verso il vertice della categoria, mantenuta saldamente dal Bari, si è risolto con una vittoria (in casa con il Monopoli) , una sconfitta (il derby a Catania) e uno scialbo pareggio (al "Barbera" contro il Bari). Ma non solo. Il calendario del 2021 si chiudeva con la trasferta al "Francioni" di Latina. Ennesimo cambio di modulo (dal 3-4-2-1 al 3-5-2) ma la musica in campo non aveva le note giuste. Difesa in affanno, centrocampo macchinoso con il solo Odjer pronto a rubar palloni e Giron a sfornare cross per provare a reagire. Troppo poco. La doppia espulsione (Buttaro prima e Pelagotti dopo) ha sfiancato i rosanero che, nonostante la doppia inferiorità numerica ha provato a sprazzi e con poca convinzione a reagire allo svantaggio dei pontini. Tutto vano e tre punti al Latina dell'ex Di Donato.

I rumors viaggiano senza freni, circolano tanti nomi di candidati a sedersi sulla panca rosanero ed è sempre più vicino il momento di provare a dare una svolta al campionato dei rosanero. Guardiamo avanti: il cambio d'allenatore, con la sosta per le festivitià di fine anno, sarebbe il momento adatto per resettare tutto e provare a dare un senso alla seconda parte del torneo. Si torna in campo il 9 gennaio contro l'Acr Messina, due settimane di stop: il tempo di riorganizzare le idee e provare a dare un nuovo slancio.

Lo scenario sul fronte della proprietà

Le riflessioni sul possibile cambio di allenatore viaggiano sullo stesso binario dell'ipotesi cambio di proprietà. Nell'attesa che si possa conoscere una soluzione per entrambi i casi, è certo che il Palermo è ad un bivio. Le prossime ore potrebbero essere sempre più frenetiche se non decisive per conoscere il nuovo volto dell'allenatore,  per capire concretamente se avverrà il passaggio delle quote di maggioranza e che "sostanza" economica avrà il nuovo proprietario del club. I tifosi, delusissimi e amareggiati, aspettano. Fiduciosi che possa dipanarsi il futuro del Palermo che, ad oggi, sembra più nero che rosa.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X