stampa
Dimensione testo
LA VENDITA DELLA SOCIETA'

Palermo. Zamparini dice no a Frank Cascio:
«La sua lettera d'intenti non adeguata»

di

PALERMO. Porta chiusa, almeno per il momento. Maurizio Zamparini ha spedito al mittente la proposta di Frank Cascio, ritenuta non idonea dal presidente del Palermo dopo aver esaminato la prima offerta del manager italoamericano. Giusto una settimana fa, il patron aveva annunciato di aver dato mandato alla sua banca di riferimento di valutare le offerte giunte per l'acquisto del pacchetto azionario. Tra queste, anche quella di Cascio, in modo da capire se ci fossero o meno le credenziali per dare il via alla trattativa.

Così non è stato e i riscontri ottenuti da Zamparini non sono stati positivi: «Non so se ci incontreremo ancora, ma ho risposto a Cascio e non ritengo adeguata la lettera d'intenti che il suo gruppo aveva annunciato per presentare un' offerta».
Dopo settimane di buone intenzioni e comunicati da entrambi i fronti, per Cascio arriva dunque un secco «no». Non semplicemente per una questione di cifre, quanto per le garanzie da presentare in fase di trattativa.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X