SERIE A

Cuore e grinta non bastano, il Palermo perde ancora: col Milan al Barbera finisce 1-2

di

PALERMO. Il Palermo perde ancora. Questa volta però lo fa al termine di una partita giocata con il cuore, giocata con grinta. Vince il Milan 2-1, vince una squadra che ha saputo approfittare delle incertezze difensive di un Palermo che continua a navigare in acque alte, anzi altissime.

Per dirla tutta i rosa oggi pomeriggio con un pizzico di concentrazione in più avrebbero potuto portare a casa almeno un punto, invece dopo il pari di Dybala su rigore, la squadra di Iachini ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, ha provato a vincerla, e allora nel primo break rossonero è arrivato il bel gol di Menez. Un Palermo disattento, un Palermo che a tratti è sembrato guarito ma che si è arreso nel finale. Coriacea la squadra siciliana, brava a recuperare il fortunoso gol di Cerci nel primo tempo, grazie al rigore procurato da Belotti e trasformato da Dybala.

Ma il calcio è questo, una scienza inesatta, e quando meno te lo aspetti, arriva il gol rossonero. Palermo che a questo punto del campionato deve chiudere il prima possibile il capitolo salvezza, anche se dietro fanno male quasi tutti. La cronaca: Iachini torna alla difesa a quattro, sugli esterni Rispoli e Lazaar, in avanti Vazquez e Dybala con Quaison a supporto. Nel Milan Menez e Destro. Al momento delle formazioni soliti fischi per Barreto. Prima occasione per i rossoneri con Destro, bravo Sorrentino però a respingere. Il Palermo risponde con Dybala, tiro a giro del calciatore argentino ma non trova per poco l’angolino.

Ritmi non altissimi, il Palermo prova a fare male con gli esterni, Milan che si difende bene e riparte con Cerci e Bonaventura. Il Palermo ha però l’occasione più importante per passare in vantaggio, Quaison apre per Dybala che mette in mezzo, Vazquez anticipa Rigoni e clamorosamente sbaglia da due passi. Il gioco del Milan non fa altro che confermare la posizione di classifica dei rossoneri, squadra senza idee e con poco mordente. Al 33’ ancora Palermo, sinistro di Quaison ma Lopez respinge. Al 38’ però il Milan passa,Van Ginkel mette in mezzo, uscita poco brillante di Sorrentino che respinge sul ginocchio di Cerci, palla in rete, 0-1. Ripresa, nessun cambio.

I rossoneri galvanizzati dal gol cercano di chiudere il match, Palermo poco reattivo. Al 49’ Dybala si gira e cerca la porta, palla a lato. Barreto intanto si fa male ed abbandona il campo tra i fischi, al suo posto spazio per Chochev. Il Palermo reclama per un rigore – che ci poteva stare – per trattenuta di Antonelli su Rigoni.Iachini rinforza l’attacco, dentro Belotti al posto di Quaison. 70’ Belotti sfugge alla marcatura di Paletta che lo mette giù, rigore, batte Dybala e palla in rete, 1-1. Il Palermo adesso è carico e mette sotto il Milan, sempre Dybala sfiora il raddoppio con una grande rovesciata che finisce alta. 83’ break del Milan, Menez supera tutti e tutto e batte Sorrentino, 1-2, bel gol, ma Palermo poco concreto in difesa. Finisce 1-2, sconfitta probabilmente immeritata per i rosa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X