stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Rifiuti, tribunale: “Bilanci falsi dal Coinres”

Rifiuti, tribunale: “Bilanci falsi dal Coinres”

PALERMO.  Erano falsi i bilanci di tre anni (dal 2007 al 2009) del Coinres, il consorzio che gestisce la raccolta e smaltimento dei rifiuti per 21 comuni della provincia di Palermo. Lo ha stabilito il tribunale di Termini Imerese che ha giudicato nulli i tre documenti contabili «per inosservanza dei principi di chiarezza e veridicità».   
Il giudizio era stato promosso dai ricorsi degli stessi comuni. In quanto consorzio tra enti pubblici il consorzio è considerato un ente pubblico territoriale e perciò è sottoposto alle regole della contabilità pubblica e ha l'obbligo di redigere una situazione patrimoniale. Nella sentenza si legge che il Coinres ha disatteso alcune norme sull'approvazione dei bilanci, non ha predisposto bilanci preventivi, annuali e pluriennali da sottoporre all'approvazione del consiglio comunale di ogni singolo comune consorziato.
I comuni di Alia e Marineo hanno anche sostenuto che non erano state rispettate le modalità di convocazione di tre assemblee degli enti consorziati. Già questa irregolarità renderebbe nulle le delibere. Gli atti sono stati trasmessi ora alla Procura della Repubblica di Termini Imerese e alla Corte dei Conti.
«Questa sentenza - ha detto il il sindaco di Bagheria, Vincenzo Lo Meo - mette luce le responsabilità della gestione di un carrozzone che fa gravare sui comuni consorziati un debito di circa 26 milioni di euro. Senza contare i gravi momenti di emergenza vissuti per l'igiene urbana».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X