Blitz di mafia a Palermo, ecco tutti i nomi e le foto dei 62 arrestati - Foto

PALERMO. Centinaia di carabinieri hanno arrestato, stanotte, 62 persone facendo finire in carcere e ai domicialiari un gruppo ben organizzato e capace di tenere sotto controllo due grosse porzioni del capoluogo: quella di Villagrazia-Santa Maria di gesù, e quella di San Giuseppe Jato.

Al vertice di questa “nuova” Cosa Nostra, due padrini ottantenni: il primo è Mario Marchese che, a 77 anni, guiderebbe il mandamento di Villagrazia-Santa Maria di Gesù. Il secondo, Gregorio Agrigento, di 81 anni, che avrebbe in mano il timone di San Giuseppe Jato.

Sotto di loro, un vero e proprio esercito organizzato e composto da almeno 50 soggetti.Tra gli arrestati anche il direttore di Sala del teatro Massimo di Palermo Alfredo Giordano, accusato di associazione mafiosa. La figlia di Giordano, Laura, è soprano del Teatro.

Ecco i nomi dei 62 arrestati stanotte durante il blitz dei carabinieri. Destinatari della prima ordinanza di custodia in carcere sono: Antonio Adelfio, nato a Palermo il 12 aprile 1953,  residente in via Tevere nr.5, indagato per trasferimento fraudolento di valori; Filippo Adelfio, nato a Palermo il 14 aprile 1964,  residente in via Altofonte nr.447, indagato per associazione mafiosa; Antonino Capizzi, nato a Palermo il 4 settembre 1973, residente in via Dufourny nr.15, indagato per associazione mafiosa; Benedetto Capizzi,  nato a Palermo il 28 giugno 1944 e residente in via Valenza n.6, in atto detenuto presso la casa circondariale di Opera (MI), indagato per associazione mafiosa; Pietro Capizzi, nato a Palermo il 10 luglio 1974 e residente in via Villagrazia nr.184/E, indagato per associazione mafiosa; Salvatore Maria Capizzi, nato a Palermo il 23 gennaio 1979, residente in via Mulino Vittoria nr.1, indagato per associazione mafiosa; Antonio Carletto, nato ad Agrigento il 9 gennaio 1950, residente a Mohammedia (Marocco), indagato per trasferimento fraudolento di valori; Pietro Di Blasi, nato a Palermo il 23 luglio 1968 e residente in p.le Bell’Alba nr.6, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Stefano Di Blasi, nato a Palermo il 14 luglio 1947 e residente in via della Mimosa nr.20, indagato per detenzione e porto illegale di armi; Fabrizio Di Costanzo, nato a Palermo il 6 giugno 1969,  residente in via Pietro Calandra nr.12, indagato per trasferimento fraudolento di valori; Francesco Di Marco, nato a Palermo il 17 dicembre 1984, residente in via Belmonte Chiavelli nr.164/A, indagato per associazione mafiosa, estorsione, porto e detenzione illegale di armi; Gaetano Di Marco, nato a Palermo il nato a Palermo il 28 luglio 1950,residente in via Belmonte Chiavelli nr. 164/A, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Andrea Di Matteo,  nato ad Altofonte (PA) il 17 ottobre 1967 e  residente in c.so Piano di Renda nr.54/A, indagato per estorsione aggravata dal metodo mafioso; Fabrizio Gambino, nato a Palermo il 11 luglio 1968, residente a Monreale (PA) in via Gambino nr.5, indagato per associazione mafiosa; Alfredo Giordano, nato a Palermo il 26 settembre 1951 e residente in p.le Ungheria nr.58, indagato per associazione mafiosa; Giuseppe Greco, nato a Palermo il 6 aprile 1962, e residente in Fondo Bagnara nr.19, di fatto domiciliato in via Aloi - Baglio Bonta’ nr.10, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Giovanni Battista Inchiappa, nato a Altofonte (PA) il 20 febbraio 1951, residente in via Salvatore Davì nr.27/A, indagato per associazione mafiosa e tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso; Antonino Macaluso,  nato a Palermo in data 01.11.60, ivi residente in via Belmonte Chiavelli nr.174, indagato per associazione mafiosa; Mario Marchese, nato a Monreale (PA) in data 1 gennio 1939 , residente a Palermo in via Piana degli Albanesi nr.41, indagato per associazione mafiosa, estorsione, porto e detenzione illegale di armi; Giovanni Messina, nato a Palermo il 30gennaio 1956, residente in c.le Mollo nr.19, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Antonino Pipitone, nato a Palermo il 14 maggio 1952 e residente in via Altofonte nr.320/B, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Santi Pullarà, nato a Palermo il 03.07.79, ivi residente in via Belmonte Chiavelli nr.270, indagato per associazione mafiosa, estorsione e trasferimento fraudolento di valori; Gregorio Ribaudo, nato a Palermo il 14.01.66, ivi residente in via Valenza nr.16, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Mario Taormina, nato a Palermo il 14.01.64, ivi residente in vicolo Graffeo nr.5, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Giovanni Tusa, nato a Palermo il 28.09.75, ivi residente in via Altofonte nr.320, indagato per associazione mafiosa.

Sono finiti agli arresti domiciliari: Vincenzo Adelfio, nato a Palermo il 02.01.32, ivi residente in via Villagrazia nr. 455/D, responsabile di associazione mafiosa, estorsione, porto e detenzione illegale di armi; Salvatore Di Blasi, nato a Palermo il 03.01.1934, ivi residente via p.le Bell’Alba nr.11, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Gaspare La Mantia, nato a Palermo il 19.05.75, ivi residente in largo Giuliana nr.2, indagato per trasferimento fraudolento di valori e favoreggiamento reale; Girolamo Mondino, nato a Palermo il 13.02.34, ivi residente in via Villagrazia nr.215/C, indagato per associazione mafiosa e tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso; Nicolò Salerno, nato a Ficarazzi (PA) il 26.11.54, residente a Palermo in via Piana degli Albanesi nr.23, indagato per detenzione e porto illegale di armi.

Destinatari della seconda ordinanza di custodia in carcere sono: Gregorio Agrigento, nato a San Cipirello (PA) in data 08.02.35, ivi residente in via Sanfilippo nr.66, indagato per associazione mafiosa e tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso; Antonino Alamia, nato a San Giuseppe Jato (PA) il 19.02.64, residente a San Cipirello (PA) in via Crimaudo nr.65, indagato per associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Ignazio Bruno,  nato a San Giuseppe Jato (PA) il 21.11.1973, ivi residente in via Jato nr.24, indagato per associazione mafiosa e violazione della sorveglianza speciale di p.s.; Onofrio Buzzetta, nato a Palermo il 02.01.74, residente a Pioppo frazione di Monreale (PA), in via Valle Tajo nr.40, indagato per associazione mafiosa, tentata estorsione, danneggiamento ed incendio aggravati dal metodo mafioso; Pietro Canestro, nato a Palermo il 16.01.82, residente a San Cipirello (PA) in via Berlinguer CC.PP. snc, indagato per danneggiamento aggravato dal metodo mafioso; Giovan Battista Ciulla, nato a Palermo il 16.12.81, residente a Pioppo frazione di Monreale (PA) in via M36 nr.6, indagato per associazione mafiosa, tentata estorsione, danneggiamento ed incendio aggravati dal metodo mafioso; Giuseppe D'Anna, nato a Palermo il 12.03.82, residente a San Giuseppe Jato (PA) in via Grotte nr.20, indagato per associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, incendio aggravati dal metodo mafioso e ricettazione, in atto agli arresti domiciliari; Sergio Denaro Di Liberto,  nato a San Giuseppe Jato (PA) il 12.03.74, ivi residente in via Grotte nr.32, indagato per associazione mafiosa e danneggiamento aggravato dal metodo mafioso; Giovanni Di Lorenzo, nato a San Giuseppe Jato (PA) il 23.09.61, ivi residente in via degli Ulivi nr. 69, indagato per associazione mafiosa, danneggiamento aggravato dal metodo mafioso, detenzione e porto illegale di armi, in atto agli arresti domiciliari; Andrea Di Matteo,  nato ad Altofonte (PA) il 17.10.67, ivi residente in Corso Piano Renda nr. 56, indagato per associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori ed estorsione aggravata dal metodo mafioso, destinatario anche della misura cautelare; Antonino Giorlando, nato a Palermo il 28.09.53, ivi residente in via Francesco de Pinedo nr.22, indagato per associazione mafiosa, tentata estorsione, danneggiamento ed incendio aggravati dal metodo mafioso, detenzione e porto illegale di armi;

Giuseppe Giorlando, nato a Palermo il 27.10.81, residente a San Martino delle Scale frazione di Monreale (PA) in Via SM13 nr.13, indagato per associazione mafiosa, danneggiamento e incendio aggravati dal metodo mafioso, tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, violazione di domicilio, in atto agli arresti domiciliari; Giovanni Battista Inchiappa, nato ad Altofonte (PA) il 20.02.51, ivi residente in via Davi Salvatore nr.27 bis, piano 3, indagato per associazione mafiosa, destinatario anche della misura cautelare di cui all’Allegato A; Umberto La Barbera, nato a Partinico (PA) il 23.05.84, residente a San Giuseppe Jato (PA) in via Puleion nr.5, indagato per danneggiamento aggravato dal metodo mafioso; Giovanni Battista Licari, nato a Palermo in data 11.12.78, residente a San Giuseppe Jato (PA) in via Mazzini nr.29, indagato per associazione mafiosa; Tommaso Licari,  nato a Palermo il 17.04.83, residente a San Giuseppe Jato (PA) in via Mazzini nr.29, indagato per associazione mafiosa, detenzione e porto illegale di armi; Domenico Lo Biondo, nato a San Cipirello (PA) il 22.10.61, ivi residente in via Migliore nr.14, indagato per danneggiamento aggravato dal metodo mafioso, detenzione e porto illegale di arma; Andrea Marfia,  nato ad Altofonte (PA) il 10.02.54, ivi residente via Giovanni Paolo II (già via Ficiligno Traversa “A”) nr.5, piano I°, indagato per associazione mafiosa; Pietro Mulè,  nato a Camporeale (PA) il 31.08.66, ed ivi residente in via Delle Rose nr.11, indagato per detenzione e porto illegale di armi; Tommaso Pipitone, nato ad Altofonte (PA) il 02.02.48, ivi residente in corso Piano Renda nr.19, piano 1° e 2, indagato per associazione mafiosa; Erjon Prendi,  nato in Albania il 27.11.1989 e residente in San Cipirello (PA) alla via Roma nr.144, indagato per favoreggiamento aggravato dal metodo mafioso; Nicola Rinicella,  nato ad Altofonte (PA) il 16.08.73 e residente in Monreale (PA) alla via C.P.2 nr.3, indagato per associazione mafiosa ed incendio aggravato dal metodo mafioso; Giuseppe Riolo,  nato a Piana degli Albanesi (PA) il 18.03.46, ivi residente in via Reres nr.14, indagato per associazione mafiosa; Giuseppe Serbino, nato ad Altofonte (PA) in data 01.04.65, ivi residente via Alcide De Gasperi nr.10, indagato per associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori ed estorsione aggravata dal metodo mafioso; Girolamo Spina,  nato a San Cipirello (PA) il 14.07.66, ivi residente in via Stazzone nr.19, indagato per associazione mafiosa; Giuseppe Tartarone Buscemi, nato a San Giuseppe Jato (PA) il 03.02.58, ivi residente in via Trappeto nr.12, indagato per associazione mafiosa e danneggiamento aggravato dal metodo mafioso, in atto agli arresti domiciliari; Salvatore Terrasi, nato ad Altofonte (PA) il 18.07.70, ivi residente in via L. Pirandello nr. 13, indagato per associazione mafiosa; Girolamo Vassallo, nato ad Altofonte (PA) il 27.03.66, ivi residente viale Europa nr.13, indagato per associazione mafiosa;

Sono finiti agli arresti domiciliari: Giuseppe Corsale, nato ad Altofonte (PA) in data 11.06.1944, ivi residente via Delle Scuole nr.19, indagato per associazione mafiosa; Vincenzo Ferrara, nato a San Cipirello (PA) il 18.02.75, ivi residente in via Lombardo nr.70, presso CC.PP., indagato detenzione illegale di armi; Marco La Vardera,  nato a Palermo il 27.06.80, ivi residente in via Nello Rosselli nr.16, indagato per ricettazione e riciclaggio, detenuto;  Sebastiano Andrea inteso Totò Marchese, nato a Palermo il 06.11.63, ivi residente in via Hazon Azolino 18, indagato per ricettazione; Saverio Zinna, nato a Palermo il 25.11.74, ivi residente in via Pietro dell’Aquila nr.2, indagato per ricettazione e riciclaggio;

Ha l'obbligo di dimora va invece Ettore Raccuglia, nato a Palermo il 25.12.77, ivi residente in Corso dei Mille 226, indagato per ricettazione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X