MAFIA A PALERMO

E' morto Mariano Marchese, considerato
capo del mandamento di Villagrazia

di
Era stato arrestato lo scorso 16 marzo nell'ambito dell'operazione Brasca
Palermo, Cronaca
Mario MARCHESE - in carcere

PALERMO. E' morto questa mattina Mariano Marchese, considerato capo del mandamento di Villagrazia, a Palermo. Era stato arrestato lo scorso 16 marzo nell'ambito dell'operazione Brasca dei carabinieri. Marchese, 77 anni, da alcuni giorni era ricoverato all'ospedale Civico, dopo che le sue condizioni erano peggiorate, ed era piantonato, sotto stretto controllo delle forze dell'ordine.

Ma il nome di Mario Marchese, sarebbe stato già noto agli investigatori: Marchese, infatti, era imputato nel primo maxi processo alle cosche. Era un fedelissimo di Stefano Bontate; poi durante la guerra di mafia tradì, come altri, e passò ai vincenti di Riina e Provenzano. Il premio fu lo scettro del comando. E prima di allora, il suo nome venne fuori già nei primi anni 80, quando – si dice – riuscì a fuggire al blitz di Villagrazia. La polizia fece irruzione in una villa, luogo di riunione per discutere di affari di droga.

Nel corso della operazione Brasca centinaia di carabinieri erano state arrestate 62 persone facendo finire in carcere e ai domiciliari un gruppo ben organizzato e capace di tenere sotto controllo due grosse porzioni di territorio: quella di Villagrazia-Santa Maria di Gesù, e quella di San Giuseppe Jato.

Blitz di mafia a Palermo, ecco tutti i nomi e le foto dei 62 arrestati - Foto

Al vertice di questa “nuova” Cosa Nostra, due padrini ottantenni: il primo era proprio Mario Marchese che sarebbe stato alla guida del mandamento di Villagrazia-Santa Maria di Gesù. Il secondo, Gregorio Agrigento, di 81 anni, che avrebbe in mano il timone di San Giuseppe Jato.

Sotto di loro, un vero e proprio esercito organizzato e composto da almeno 50 uomini. Un blitz dei carabinieri di Monreale e del Ros di Palermo li ha fatti finire tutti in carcere. Nell'indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, non manca nulla: dal pizzo ai danneggiamenti fino agli investimenti.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X