Schelotto, Mijatovic e i progetti di Zamparini: pronti a comprare

PALERMO. Inizia il lavoro per Guillermo Barros Schelotto, alle prese con i primi allenamenti sul campo del "Tenente Onorato" di Boccadifalco. Intanto, il presidente Maurizio Zamparini fa il punto sul mercato.

"Cassini andrà all'Inter Zapresic in prestito, dove ci sono già un nostro portiere e un nostro centravanti (Posavec e Nestorovski) - ha detto - Schelotto vuole vedere Arteaga in questi giorni, se non ci saranno possibilità di giocare andrà all'Hajduk Spalato, un altro club amico".

Sul fronte entrate, invece, smentita l'ipotesi Bruno Fernandes. "I giornali scrivono sciocchezze - ha proseguito il presidente - ho detto a Guillermo che se ha bisogno di giocatori li prenderemo, se vuole un difensore lo prenderemo. Lui cerca gente di qualità ed esperienza, ma qui in questo momento ci manca la personalità. Speriamo di trovarla presto".

"Il momento è difficile, lui ha parlato con Burdisso e l'ha rassicurato. Gli ha detto che il vero Palermo non è quello che si è visto a Genova - ha concluso -. Il Palermo è una squadra diversa e se il Palermo è diverso non ha bisogno di cinque giocatori nuovi sul mercato. Schelotto è entusiasta e deciso, è qui per iniziare un percorso per diventare un allenatore di qualità, sa quanto sia importante l'assetto mentale. Io sono molto preoccupato perché sono retrocesso con Gasperini con una squadra molto più forte di questa, a mio avviso. Ma ora ho Schelotto".

(ANSA)

© Riproduzione riservata

Correlati