stampa
Dimensione testo

Palermo, Falletti: "Uno stadio così grande senza pubblico è un po' brutto..."

"Il gol contro il Carpi lo dedico a mia madre che non c'è più". Così Cesar Falletti, che contro gli emiliani martedì sera ha realizzato la sua prima rete con la maglia del Palermo, ha voluto ricordare sua madre, Elva, morta lo scorso 26 settembre.

"Questa rete - continua Falletti - è importante per me perché mi dà fiducia e voglia di continuare a cercare il bene per me e per la squadra. Spero che quest'anno possa rappresentare un nuovo inizio dopo la stagione a Bologna. Non tutto è andato come volevo l'anno scorso, ma lavoro per ottenere il meglio per me e per il Palermo. Non avere segnato fino ad ora non è stato un problema, non sono un bomber, ma volevo questo gol per tutto quello che ho passato nelle scorse settimane".

Sulla concorrenza con Aleksandar Trajkovski per la maglia da trequartista titolare, Falletti spiega che non c'è un dualismo particolare con il compagno di squadra. "Sappiamo che il nostro è un gruppo forte - dice - chi non gioca può entrare in qualsiasi momento e fare la differenza. Mi trovo benissimo con Trajkovski, se non gioco mi sento felice lo stesso se gioca lui al posto mio, l'importante è che chi va in campo faccia il bene della squadra".

Sabato alle 15 il Palermo ospiterà il Cosenza e Falletti vorrebbe vedere più gente allo stadio: "Sarebbe bello avere più pubblico - conclude - uno stadio così grande senza pubblico è un po' brutto, ma sappiamo che la gente è comunque dalla nostra parte e lotteremo fino alla fine per tornare in A".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X