stampa
Dimensione testo

Smartphone e rischi per i bambini, campagna a Palermo per un uso corretto

Promuovere un corretto e consapevole uso degli smartphone ed informare sui rischi dell'utilizzo di questi dispositivi in età pediatrica e non solo.

Sono gli obiettivi del progetto "Stop-Phone" messo a punto dall'Asp di Palermo presentato a Villa Magnisi, sede dell'Ordine dei Medici di Palermo, di via Rosario da Partanna, nel corso di un evento formativo che vede approcciare la tematica attraverso l’analisi di esperti sui maggiori rischi psicologici e fisici.

Il progetto biennale è rivolto alle scuole del Distretto 42 (Palermo e Provincia) e prevede il coinvolgimento delle comunità professionali attraverso una rete inter-istituzionale, coordinata da Vivi Sano Onlus, associazione che si occuperà dell'organizzazione di tutti gli interventi.

“L’evento formativo – spiega Roberto Gambino, Referente Scientifico dell’ASP di Palermo– rappresenta il calcio di inizio di un progetto che coinvolgerà ragazzi e insegnanti delle scuole medie, docenti delle scuole dell’infanzia e primaria, genitori, pediatri e operatori della sanità. Gli interventi verranno realizzati in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale dell’ambito territoriale di Palermo e, per gli aspetti legati al rilevamento dei comportamenti a rischio nella popolazione interessata, con la Scuola di Specializzazione del Dipartimento di Promozione della Salute, Materno-Infantile, Medicina Interna e Specialistica di Eccellenza, Giuseppe D’Alessandro, dell’Università di Palermo. Si tratta – aggiunge Gambino - di un intervento pilota che intercetta nuovi bisogni di salute, puntando sulla prevenzione e la promozione della salute tramite un approccio multidisciplinare ed inter-istituzionale dinamico e capace di innescare processi per l’empowerment di comunità ed individuale. Sono molti – conclude Gambino – i partner e gli attori istituzionali coinvolti nel Progetto e ci auguriamo che continueranno a crescere ed a favorire le necessarie sinergie. Stiamo riscontrando grande attenzione ed interesse per un argomento che la nostra Azienda ha messo nel mirino degli interventi con decisione e allargando il campo, con un approccio eco-sistemico, a genitori docenti ed operatori sanitari”.

In questo video, l'intervista a Daniela Segreto dell'assessorato alla Salute.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X