stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società "Il nostro futuro è l'unica cosa che possiamo decidere", Farinetti racconta l'avvenire

"Il nostro futuro è l'unica cosa che possiamo decidere", Farinetti racconta l'avvenire

PALERMO. La paura ci dà il coraggio e dalla speranza nasce l'entusiasmo. È tutto qui il Farinetti-pensiero. In una ostinata fiducia nel futuro, nei giorni che verranno, nell'avvenire suo e dei giovani. Oscar Farinetti, il patron di Eataly lo ha raccontato ieri pomeriggio a Palermo, alle Fabbriche Sandron, all'iniziativa organizzata da Feltrinelli Editore e Cronache di Gusto.

A presentare il libro con Oscar Farinetti, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il caporedattore di Repubblica Palermo, Enrico del Mercato e il vice direttore del Giornale di Sicilia, Marco Romano. A coordinare l'incontro Fabrizio Carrera, direttore di Cronache di Gusto.

Un'ora e mezza in cui Farinetti, che prima era stato protagonista di una live Facebook su Gds.it, ha parlato del suo libro ma anche della sua idea di investire tutto su un bisogno "primordiale", il cibo ma quello di altissima qualità. Perché tanta fiducia? Perché "il nostro futuro è l'unica cosa che possiamo decidere nella vita", ha detto dal palco. Perché non possiamo decidere di che sesso nascere, se essere una pianta o un mammifero. Dove e quando nascere o morire. "Ma come andranno i giorni che verranno dipende solo da noi". E non dimentichiamoci mai che "tutto si può fare...".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X