stampa
Dimensione testo

Salute

Home Video Salute Donazioni di sangue, a Palermo firmata intesa fra guardia di finanza e Villa Sofia-Cervello

Donazioni di sangue, a Palermo firmata intesa fra guardia di finanza e Villa Sofia-Cervello

Questa mattina, nella Sala Conferenze della Caserma "Giuseppe Cangialosi”, il direttore generale dell’azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia – V. Cervello” di Palermo, Walter Messina, il comandante regionale Sicilia della guardia di finanza, Riccardo Rapanotti ed il presidente dell’associazione “Gruppo donatori di sangue Fratres-Palermo ODV”, Roberto Grippi hanno siglato un protocollo d’intesa finalizzato a diffondere la cultura della donazione e incrementare la raccolta di sangue tra i finanzieri dei Reparti della provincia di Palermo e i loro familiari.

In particolare, il Protocollo ha lo scopo di dar vita ad un vero e proprio nucleo di “donatori periodici” sui quali l’ospedale Villa Sofia-Cervello potrà contare per ridurre la “dipendenza” da altri ospedali, regionali o addirittura extraregionali, per la fornitura di sangue. Nell’intesa è inoltre sancito l’impegno a realizzare raccolte straordinarie e campagne di educazione alla donazione, attività che potranno contribuire a diffondere e propagandare sempre più l’utilità della donazione del sangue ed i valori solidaristici a questa connessi.

La firma dell’accordo è avvenuta al termine di un seminario, cui hanno partecipato anche il direttore Sanitario, Aroldo Gabriele Rizzo, e il capo dipartimento per Ematologia e malattie rare, Aurelio Maggio della stessa azienda ospedaliera, nel cui ambito sono stati illustrati i contenuti dell’intesa a una rappresentanza delle Fiamme Gialle del capoluogo, affinché possano già loro stesse parteciparne scopi e finalità a familiari e colleghi, contribuendo così alla più ampia divulgazione dell’iniziativa.

L’opportunità di incrementare la disponibilità di sangue costituisce un significativo beneficio sia per i due ospedali Villa Sofia e Cervello che per il Campus di ematologia sito presso quest’ultimo, atteso che la carenza di sangue presso le strutture ospedaliere rappresenta una costante criticità, particolarmente avvertita - fra l’altro - da chi soffre già di gravi patologie, quali la talassemia (malattia di elevato interesse sociale) che proprio nel campus dell’ospedale Cervello ha trovato un centro d’eccellenza, cui si rivolgono pazienti provenienti anche da altre regioni.

Nel video le interviste a Walter Messina, direttore generale ospedale Riuniti Villa Sofia-Cervello; Roberto Grippi, presidente dell'associazione Fratres Palermo; Riccardo Rapanotti, divisione comandante regionale della guardia finanza di Palermo. 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X