stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Palermo, i "nastrini" tornano in piazza: "Vogliamo lavorare"

Palermo, i "nastrini" tornano in piazza: "Vogliamo lavorare"

La zona rossa non arresta le manifestazioni di protesta. E se ieri alcuni cittadini avevano manifestato davanti Palazzo d’Orleans contro le restrizioni e quindi la zona rossa, oggi ad alzare la voce – davanti alla Prefettura di Palermo – ci sono i cosiddetti “nastrini”, una categoria che ingloba disoccupati, liberi cittadini, lavoratori di cantieri e servizi e percettori del reddito di cittadinanza.

C’è chi chiede il pagamento degli arretrati, chi vuole lavorare e chi invece punta il dito contro il comune di Palermo: “La pandemia ha fatto molti danni – dice Nadia Lo Iacono, ideatrice della protesta di oggi – ma la disoccupazione c’è sempre stata e i numeri adesso sono davvero critici. Siamo davvero stanchi, anche chi percepisce il reddito oggi è qui a protestare perché vuole lavorare e non chiede l’elemosina. C’è chi chiede i soldi arretrati e chi invece vuole solo lavorare, questo periodo sta inoltre creando tante divergenze sociali”.

Nell'intervista Nadia Lo Iacono, ideatrice della protesta

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X