stampa
Dimensione testo

Arresto Helg, Ferrandelli: «Azzerare il cda della Gesap» - Video

PALERMO. «Crediamo che sia fondamentale bloccare le procedure di privatizzazione e chiediamo l'azzeramento del Cda della Gesap. Ci sono delle ombre e chiediamo anche il ritiro della delegazione provinciale, composta da due membri, in modo tale da farlo decadere». A dirlo Fabrizio Ferrandelli, deputato regionale del Pd, presente nella sede palermitana del partito dove è stata convocata una conferenza stampa sulla Gesap, la società di gestione dell'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo.
«O Helg agiva in complicità di altri o se agiva da solo lo faceva nella consapevolezza di agire indisturbato e quindi la governance non funzionava - aggiunge -. Chiediamo che l'intera governance si dimetta e che si faccia piena luce».

Ferrandelli ha parlato anche della vittoria nelle primarie del centrosinistra ad Agrigento di Silvio Alessi, uomo vicino a Forza Italia: «Non ci sono toni trionfalistici, ma una brutta azione di trasformismo. Oggi si sentono commenti da bar dello sport, non c'è molto da festeggiare con un Pd che ha ceduto a Forza Italia la sua rappresentanza. È un Pd afflitto».

LA CISAL. “Rimaniamo basiti  di fronte alla richiesta di taluni esponenti del Pd che chiedono l'azzeramento del Cda della Gesap  proprio adesso che lo stesso aveva nei fatti avviato un percorso di aperta rottura con le logiche passate ed al contempo iniziato ad incrementare i dati del volato in transito nello scalo”. Lo dice il Segretario confederale della Cisal Gianluca Colombino. “Non vorremmo – aggiunge Colombino - che dietro questa richiesta si celi la volontà di procedere,  attraverso le designazioni dei componenti della Provincia regionale e della Camera di commercio ormai senza guida e prossima al commissariamento , a reperire una sorta di  maggioranza di componenti dello stesso Cda in capo alla Regione Sicilia con la classica riproposizione degli schemi secondo cui la gestione di una società cosi strategicamente importante per l'economia del nostro territorio passi nelle mani di una compagine politica”. Il segretario della Cisal “invita il Presidente della Gesap Fabio Giambrone a non prestare orecchio alle strumentalizzazioni politiche di parte e a proseguire alacremente nel percorso di rottura con le passate gestioni in aperta  trasparenza valorizzando le professionalità lavorative interne a dispetto della esternalizzazione a soggetti  terzi di attività che possono essere svolte in autoproduzione”.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X