stampa
Dimensione testo

Crisi Cmc, Savarino insieme alle aziende creditorie: "Non pagheranno i siciliani"

“La crisi economica di Cmc non possiamo pagarla noi Siciliani”, lo afferma la Presidente della IV commissione Giusi Savarino riguardo il futuro dei lavori delle strade provinciali Palermo-Agrigento e Agrigento-Caltanissetta.

Sentite in IV Commissione legislativa Ars l’Anas, la Cmc, il comitato delle imprese creditrici e i sindaci dei comuni  interessati alla viabilità delle ss. 121,189 e 640 per poter affrontare e gestire le problematiche riguardanti la crisi della Cmc e per poter  coordinare le azioni da intraprendere a tutela delle imprese ed  in difesa delle istanze del territorio.

“Una settantina di imprese sono rappresentate qui in questa sede oggi, che rischiano il tracollo finanziario perché non sono state pagate dalla Cmc”

Due macro problemi affrontati: i debiti pregressi dell’azienda, per cui si è chiesto ad Anas di sbloccare in tempi brevi le somme accantonate nei confronti delle imprese creditorie che hanno svolto i lavori sulle due opere e infine la richiesta di riavvio dei i lavori su queste tratte. "Se le opere non verranno riavviate- conclude Savarino- andremo alla risoluzione del contratto e svolteremo pagina”

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X