stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura I 90mila insetti di Palermo raccontati in un libro sulla collezione di Raniero Alliata di Pietratagliata

I 90mila insetti di Palermo raccontati in un libro sulla collezione di Raniero Alliata di Pietratagliata

Nel giorno in cui il mondo celebra il Darwin Day è stato presentato a Palermo, presso lo Spazio Mediterraneo, ai Cantieri culturali alla Zisa, il libro "Gli insetti del principe. La collezione entomologica di Raniero Alliata di Pietratagliata".

Il volume, a cura di Fabio Lo Valvo, che raccoglie oltre cinquant'anni di studi sugli insetti, rende onore al lavoro di ricerca e alla memoria del grande studioso siciliano e arricchisce di un importante tassello la preziosa collezione del Principe che, acquisita nel 1986 dalla Regione Siciliana, è custodita da oltre vent'anni nel Museo Regionale di Palazzo D'Aumale a Terrasini, dove è stata oggetto di catalogazione scientifica. Più di novantamila insetti appartenenti a circa tremila specie diverse. Uno spaccato sulla biodiversità della città di Palermo frutto di oltre di cinquant’anni di studi condotti dal principe Raniero Alliata di Pietratagliata consultabili in un volume.

"La Regione Siciliana circa 40 anni fa - spiega Fabio Lo Valvo, autore del volume - decise di comprare una collezione entomologica di particolare valore scienticifo e storico: la collezione Alliata. Una collezione che il principe realizzò in cinquanta anni di assiduo lavoro e consta di oltre 90mila insetti appartenenti a circa 3mila specie. Uno spaccato di quella che era la biodiversità della città di Palermo che lui studiò con molta accuratezza. Si trova conservata al Museo di Storia naturale di Terrasini dove si prevede di realizzare in futuro una mostra specifica".

"Finalmente uno step importante del nostro lavoro di anni è stato concluso - ha detto Luigi Biondo, Direttore del Polo Regionale di Trapani e Marsala per i Siti Culturali – Parco Archeologico di Lilibeo – Museo Agostino Pepoli - : la catalogazione e la archiviazione dei dati di questa collezione naturalistica importante. Abbiamo richieste di notiazie, di dati, da tutto il mondo. Sul nostro sito, entro la fine di febbraio saranno caricati i dati che saranno consultabili da chiunque con due chiavi di lettura: uno per gli scienziati, l'altro soprattutto per i bambini o per le persone che sono incuriosite da quelli che sono elementi che conosciamo meno: gli insetti, le farfalle, i coleotteri".

Nel video le interviste a Fabio Lo Valvo, autore del volume; Luigi Biondo, Direttore del Polo Regionale di Trapani e Marsala per i Siti Culturali – Parco Archeologico di Lilibeo – Museo Agostino Pepoli

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X