stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Nella chiesa madre di Gangi visite notturne per restaurare una tela del '700

Nella chiesa madre di Gangi visite notturne per restaurare una tela del '700

Ingresso a 4 euro per contribuire a ripristinare l'opera d'arte. Sabato e domenica prossimi nella chiesa madre di Gangi, sulle Madonie, le visite saranno anche in notturna e il ricavato contribuirà al restauro di un'opera d'arte della parrocchia.

Si tratta di una tela raffigurante la Madonna della Catena, il cui autore è ignoto ma che risale alla prima metà del Settecento. Le porte dell'edificio apriranno alle 22 fino alla mezzanotte per accompagnare i visitatori alla scoperta delle bellezze di arte sacra del borgo madonita.

L'itinerario, visitabile anche durante la settimana, sarà arricchito da canti gregoriani e da giochi di luce che renderanno più suggestiva la visita. Alla fine, il parroco don Giuseppe Amato consegnerà a tutti i visitatori una catechesi intitolata "Arte e preghiera" di Papa Benedetto XVI.

"L'iniziativa - spiega il sacerdote - vuole aiutare il visitatore a entrare in contatto con la bellezza nella quale Dio costantemente si rivela e quindi, con Dio stesso. Mi piace immaginare che sia una prima tappa di un percorso di conversione del nostro rapporto con la cultura, il creato, l'arte, il sacro, che può guarire le ferite che noi stessi riusciamo a infliggere a noi stessi e agli altri con le nostre azioni". Ad accompagnare i visitatori saranno due giovani volontari Matteo Spitale e Luana Salmeri che, negli anni scorsi, hanno già svolto questo servizio, con il coordinamento tecnico del direttore artistico Giuseppe Inguaggiato.

I gruppi entreranno in chiesa ogni 30 minuti a partire dalle 22 e saranno composti da non più di 25 persone. Sarà anche possibile prenotare la visita nella pagina "Itinerario Artistico" del sito: www.chiesamadregangi.org.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X