stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Palermo, riparte “Exstasis” a Santa Caterina: il primo evento annullato causa lockdown

Palermo, riparte “Exstasis” a Santa Caterina: il primo evento annullato causa lockdown

Riparte “Exstasis”, il primo evento annullato causa lockdown lo scorso febbraio, nella suggestiva chiesa di Santa Caterina.

La produzione è firmata da Vm Agency Group e Odd Agency, start up di successo che si propone di valorizzare i beni culturali attraverso il video mapping, attraverso la proiezione, cioè, di immagini in movimento, di luci e colori fluo sulle pareti e sugli stucchi della chiesa. “Un’esperienza immersiva: il visitatore è completamente avvolto dalle proiezioni, dai suoni e dalle luci nella chiesa di Santa Caterina”, afferma Fabrizio Pedone di Odd Agency, “raccontiamo la mistica, il desiderio di elevazione tentando di rompere il quotidiano con qualcosa che sia magico, diverso e inaspettato”.

Il video mapping è il risultato di un processo complesso che parte proprio dallo studio, in questo caso, della chiesa di Santa Caterina, poi “il percorso passa attraverso la creazione di un racconto, trasformato dai nostri artisti in quello che gli spettatori osservano”.

Il pubblico nonostante i timori ha risposto bene: è infatti lunga la fila ai piedi delle scale della chiesa. “È garantita la sicurezza massima”, afferma inoltre Pedone, “c’è l’ obbligo di indossare la mascherina e di mantenere il distanziamento, seguiamo pedissequamente le norme di disinfezione e tutti i visitatori sono tracciati”.

“Io non sono sicuro che la bellezza salverà il mondo, ma una cosa è certa: la bellezza educherà il mondo”, dichiara poi Padre Bucaro, rettore della chiesa di Santa Caterina, che ha fortemente voluto il progetto. Bucaro si dice gioioso nel veder la chiesa popolarsi di giovani, d’altronde “Exstasis” è per loro: “Questo linguaggio è stato scelto come linguaggio preferito dai giovani”, un linguaggio modernissimo “che ci comunica i valori religiosi. Chi viene vive un’esperienza e una forte emozione”, conclude.

Video di Virginia Cataldi

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X