stampa
Dimensione testo

Dalla Spagna per la prima volta in Italia: a Palermo il quadro "La processione di Santa Rosalia"

Dal Palacio de las Duenas di Siviglia al Palazzo Reale di Palermo. Per la Processione di Santa Rosalia, opera di fine Seicento di un pittore siciliano confluito nella collezione della Duchessa d’Alba poco prima del suo definitivo allontanamento da Palermo per la Spagna, un viaggio interstorico e interculturale dalla Spagna alla Sicilia.

Uno sforzo che sottolinea, ancora una volta, il nuovo corso promosso dalla Fondazione Federico II volto alla cooperazione e al dialogo interistituzionale a livello nazionale e internazionale.

Da venerdì 14 dicembre (Sale Duca di Montalto – Palazzo Reale alle 18.30), l’opera, per la prima volta in Italia, occuperà il suo posto all’interno del percorso espositivo. Giunge a Palermo, dopo un attento e lungo restauro, stimolato dalla volontà della Fondazione Federico II di averlo in mostra. La Processione di Santa Rosalia appartiene alla collezione internazionale della Fundacion Casa de Alba di Madrid ma si trova nel Palacio de las Duenas a Siviglia.

Si tratta di un’opera eccezionale e unica. Il dipinto costituisce, infatti, la sola rappresentazione nota della processione delle reliquie di Santa Rosalia, così come descritta nel resoconto del festino di ringraziamento del 1693.

Il quadro illustra la città di Palermo, attraverso i prospetti di alcuni dei suoi edifici più rappresentativi, civili, religiosi e privati. La dettagliata rappresentazione urbana della città fa da sfondo alla processione di un’argentea arca.

Gli edifici rappresentati nel quadro sono disposti senza alcuna corrispondenza con la realtà ma in modo casuale.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X