stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Natale Mondo, agente ucciso dalla mafia 34 anni fa: così Palermo lo ricorda

Natale Mondo, agente ucciso dalla mafia 34 anni fa: così Palermo lo ricorda

Sono trascorsi 34 anni da quel 14 gennaio che segnò uno dei momenti più difficili nella lotta alla mafia, quando nel quartiere Arenella fu ucciso l'agente di polizia Natale Mondo. Palermo lo ricorda con alcune iniziative, come il silenzio dentro la Questura (un momento nel video di Marcella Chirchio) e la commovente celebrazione che si è svolta in suo onore.

Oltre alla corona di fiori e all'omaggio delle autorità, a cominciare dal questore Leopoldo Laricchia, in ricordo di Natale Mondo è stato presentato il brano antimafia “Il mondo dei balocchi”, singolo della cantautrice palermitana Claudia Sala.

Il video è stato proiettato nel complesso Santa Elisabetta della Squadra Mobile di Palermo, e la stessa cosa è in programma alle 18 nella chiesa di Sant’Antonio da Padova all’Arenella dopo la messa in onore dell'agente.

Chi era Natale Mondo

Natale Mondo fu ucciso dalla mafia all'età di 36 anni. Si trovava all'Arenella, in via Papa Sergio, davanti al negozio di giocattoli gestito dalla moglie, “Il mondo dei balocchi”. Era il 14 gennaio del 1988 e da 16 anni prestava servizio in polizia.

Natale Mondo era nato a Palermo il 21 ottobre 1952 e si era arruolato a vent'anni: tornò a Palermo dopo aver operato nella questura di Roma, poi a Siracusa e Trapani. Ninni Cassarà, che dirigeva la squadra mobile di Palermo, lo volle al suo fianco e così divenne il suo braccio destro. Sebbene fosse riuscito a evitare la morte nell'attentato del 6 agosto 1985, in cui persero la vita Cassarà e l’agente di scorta Roberto Antiochia, Natale Mondo divenne bersaglio della mafia perché si era infiltrato nelle cosche mafiose del quartiere Arenella.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X