stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo sommersa dai rifiuti: tra roghi e cattivi odori, città come una discarica a cielo aperto

Palermo sommersa dai rifiuti: tra roghi e cattivi odori, città come una discarica a cielo aperto

Continua l'emergenza rifiuti a Palermo. Zen, Borgo Nuovo, Falsomiele, Bonagia, Villaggio Santa Rosalia, Sperone: sono tutti quartieri cittadini assediati dall'immondizia. A complicare le cose ci si mette il caldo: le altissime temperature di questi ultimi giorni infatti causano la putrefazione precoce dei rifiuti che oltre a sprigionare cattivi odori attirano scarafaggi e topi.

In alcuni quartieri della città sono così scoppiati gli incendi nella notte: appiccate le fiamme ai cassonetti, roghi domati dai vigili del fuoco costretti a diversi interventi. L'emergenza però resta alta e per le strade si incontrano cumuli di immondizia, tra ingombranti, mobili, vasche da bagno, divani e frigoriferi. Senza contare calcinacci, porte e ovviamente rifiuti organici carbonizzati.

Dai cassonetti stracolmi partono cordoni di rifiuti che si allungano per metri e metri e in certi casi finiscono per occupare le carreggiate delle strade. Agli incendi si aggiunge poi l'acqua utilizzata per spegnere le fiamme che finisce per far galleggiare i sacchetti bruciati tra i liquidi maleodoranti. Una Palermo che in questo caldissimo agosto si trasforma in una discarica a cielo aperto.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X