stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo, in piazza Verdi docenti e studenti sì-vax: "Necessario per tornare a scuola in sicurezza"

Palermo, in piazza Verdi docenti e studenti sì-vax: "Necessario per tornare a scuola in sicurezza"

Obiettivo: scuola in presenza in sicurezza. Addio alla Dad, ma anche benvenuti viaggi, feste e un ritorno alla normalità senza rischi per nessuno. È questo il desiderio che ha spinto il giovanissimo Alessandro Salerno ad organizzare il 6 agosto in piazza Verdi, a Palermo, un evento sì-vax. Lui ha 16 anni e frequenta l’istituto superiore Majorana della città.

Crede, come i docenti che lo accompagnano nella manifestazione, che l’immunizzazione sia la chiave per ricominciare l’anno scolastico in classe, ma che sia anche il modo per riappropriarsi della sua libertà, pur portando cautela e rispetto per gli altri. Un applauso è dedicato infatti agli operatori sanitari, agli infermieri e ai medici in prima linea contro il Covid. E un minuto di silenzio alle vittime del virus, così come alle tante “indirette” morti, causate dai problemi economici legati al lockdown.

“Non è giusto: non è accettabile la superficialità, tante persone perdono la vita”, dice Alessandro in piazza. Per il personale scolastico intanto il destino è già segnato: chi non presenterà il green pass dal primo settembre potrebbe essere sospeso. Ma sugli over 12 la cabina di regia non si è ancora espressa, e per questo per Alessandro è importante manifestare.

“Perché la scuola riparta in sicurezza - afferma Rosolino Cicero, docente e vicepreside dell’Istituto Giuliana Saladino di Palermo - occorre che la maggior parte della popolazione scolastica: docenti, personale ata, alunni, sia vaccinata. È un dovere e una responsabilità di tutti, per citare il presidente Mattarella, creare le condizioni per tornare a settembre in presenza in classe”.

In merito alle imminenti sospensioni per i docenti resistenti al vaccino, così si esprime invece il dirigente scolastico dell’alberghiero Piazza, Vito Pecoraro: “Credo che il green pass obbligatorio dal primo settembre creerà qualche disappunto nel personale. Però io sono dell’idea che ‘dura lex, sed lex’”, ovvero ‘dura legge, ma legge’.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X