stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Strage di via D'Amelio, tradizionale fiaccolata in memoria delle vittime

Strage di via D'Amelio, tradizionale fiaccolata in memoria delle vittime

Per il venticinquesimo anno consecutivo si è svolta stasera, la tradizionale fiaccolata in memoria delle vittime della strage di via D’Amelio, nel 29esimo anniversario. La fiaccolata è organizzata dal "Forum 19 Luglio", cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti e istituzioni, e "Comunità '92", coordinamento che unisce le varie anime della destra siciliana ideatrici della manifestazione. Come lo scorso anno, è stata una fiaccolata "statica".

Prima della consueta deposizione del tricolore, alcuni momenti di ricordo all’insegna della cultura, con l’attore Salvo Piparo che ha recitato due suoi scritti ("Il Cunto di Santino" sulla strage di Capaci e "Lettera di un palermitano a Paolo Borsellino"), mentre il gruppo "I Quattro Passi" (con la partecipazione del maestro Massimo Barrale) ha suonato alcuni pezzi e l’Inno nazionale.

Trasmesso l’audio inedito di Borsellino, ritrovato negli archivi dell’Isspe diffuso dal Centro studi "Dino Grammatico", di un convegno tenutosi nel gennaio 1989 nel quale il magistrato parla di lotta alla mafia. Inoltre, è stato ricordato il magistrato Alfonso Giordano, già presidente del Maxiprocesso, recentemente scomparso.

"Nonostante l’impossibilità di svolgere il corteo - dice Davide Gentile, portavoce del Forum 19 luglio - abbiamo voluto mantenere l’evento in ricordo dei caduti della strage di via D’Amelio. Un 19 luglio all’insegna della cultura, una delle armi più importanti nella lotta alla mafia. La voce di Paolo Borsellino in via D’Amelio è il modo migliore per rinnovare il nostro impegno per la questa terra".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X