stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Il Parco archeologico di Himera devastato dagli incendi: "Lasciati bruciare secoli di storia"

Il Parco archeologico di Himera devastato dagli incendi: "Lasciati bruciare secoli di storia"

Ettari di terreno bruciati e con essi ad andare in fumo sono anche secoli di storia. Accade all'interno del Parco archeologico di Himera, un'area vasta che ogni anno è colpita sistematica dagli incendi. "Il Parco è lasciato nel degrado più assoluto", spiega nell'intervista video Fabrizio Russo, presidente dell'associazione “Himera's friends onlus", che si occupa di salvaguardare il territorio dell'Himera e che ha preso in tutela una parte del parco.

"Stiamo parlando di un'area che racchiude importanti risorse culturali, ambientali e storiche, ma lasciata nell'abbandono. Come associazione, abbiamo deciso di prenderci cura di quest'area. Ma non ci sono fondi e i visitatori sono pochissimi. Quanto può durare questo immobilisimo? L'anno scorso si è rischiato di lasciare bruciare i plessi museali", aggiunge Russo.

Sugli ultimi incendi è intervenuto direttamente anche il Parco Archeologico di Himera, Solunto e Monte Iato: "Anche quest'anno costretti a contrastare l'emergenza incendi con puntuali azioni di prevenzione in emergenza. Si sperava in una più incisiva attività, rispetto gli anni passati, da parte della Forestale e fino a pochi giorni fa solo con nostri mezzi e attrezzature e con un contributo di operai dell'Esa siamo intervenuti con mirati Interventi di diserbo in prossimità dei musei, delle strutture più sensibili e in alcune zone delle aree archeologiche di quasi tutti i siti afferenti. Questi Interventi, comunque, hanno dato i risultati auspicati - scrivono su Facebook -. Da qualche giorno gli uomini e i mezzi del corpo Forestale stanno intervenendo nei siti del Parco di Himera, Solunto e monte Iato. Sono stati effettuati interventi di salvaguardia e si continua a lavorare a Himera, a Marineo, a Ustica e a Solunto. Presto si completerà il lavoro iniziato anche a Monte Iato e ai bagni arabi di Cefala' Diana".

 

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X