stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo celebra il 2 giugno, Orlando: "Rispettare dignità istituzionale dei Comuni"

Palermo celebra il 2 giugno, Orlando: "Rispettare dignità istituzionale dei Comuni"

"Nel giorno della Festa della Repubblica i sindaci siciliani con la fascia tricolore partecipano alle cerimonie per ricordare una data - il 2 giugno 1946 - che ha cambiato la storia del nostro Paese a ha creato le condizioni per l'approvazione della Carta costituzionale. È proprio alla Costituzione repubblicana e al doveroso rispetto della volontà dell’Assemblea costituente che i Comuni siciliani ricordano che La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città Metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato". Così il sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia Leoluca Orlando, che ha partecipato alla commemorazione nel capoluogo siciliano.

"In questo giorno così solenne e in un tempo di tante difficoltà - afferma Orlando - i Sindaci dell’Isola tornano a chiedere rispetto alla dignità istituzionale dei Comuni attraverso procedure e risorse adeguate a servizio dei cittadini. Cittadini, tutti italiani senza distinzione tra le diverse aree del Paese e senza mortificazione dei territori e dei cittadini più fragili. Per dare seguito alla mobilitazione in atto indetta dal Consiglio regionale dell’Anci Sicilia giorno 10 giugno si terrà un’Assemblea straordinaria dei comuni".

Da ieri sera, Palazzo Orleans, sede della Presidenza della Regione Siciliana, è illuminato con il Tricolore. Una decisione voluta dal governatore Nello Musumeci per celebrare il 2 giugno. Sulla facciata dello storico edificio di piazza Indipendenza a Palermo risplendono i colori italiani, oltre che per ricordare il 75° anniversario della Festa della Repubblica anche per sottolineare, dal capoluogo dell’Isola, uno spirito coeso e unitario dell’intera Nazione nella lotta al Coronavirus.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X