stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Dopo 40 giorni di digiuno, Biagio Conte riprende il pellegrinaggio in Europa

Dopo 40 giorni di digiuno, Biagio Conte riprende il pellegrinaggio in Europa

Dopo avere digiunato per 40 giorni in una grotta dell'entroterra siciliano Fratel Biagio Conte, fondatore della Missione Speranza e Carità che ospita a Palermo oltre mille indigenti, ha deciso di riprendere il suo cammino di pellegrino per portare all'Europa un messaggio di pace e di speranza.

Il missionario laico ha raggiunto in aereo Londra, dove era arrivato 7 mesi fa dopo un lungo percorso a piedi nel cuore del vecchio Continente passando anche dalle sedi del parlamento Europeo, per riprendere il suo pellegrinaggio fermato anche a causa dell'emergenza Coronavirus.

"Sento di incontrare ogni cittadino di ogni nazione, città e paese - spiega - per portare un messaggio di speranza, di conforto, di fratellanza. Tutti insieme per migliorare le nostre vite e costruire una società più giusta". Fratel Biagio si dice "molto preoccupato per la crescita e il futuro dei giovani. perché si stanno moltiplicando le violenze, i disagi, i malati, i suicidi; stiamo causando così nuovi poveri, disoccupati e senza tetto. Sta aumentando la sfiducia, la rivalità, l'odio e il razzismo".

"Governanti della terra - è l'appello del missionario - impegnatevi ad amare la giustizia. Prima che sia troppo tardi dobbiamo al più presto tutti "convertirci" al Buon Dio cioè al sommo bene, ritornando in pace con il nostro prossimo".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X