stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo, ecco il carro del Festino: esposto in piazza Bellini ma la sfilata non ci sarà

Palermo, ecco il carro del Festino: esposto in piazza Bellini ma la sfilata non ci sarà

Il carro c'è. La sfilata no. Il carro di Santa Rosalia è esposto in piazza Bellini a Palermo. Una presenza simbolica nell'anno della pandemia. Il "Festino che non c'è" manterrà alcuni elementi della tradizione sebbene in modo molto ridimensionato rispetto al passato a causa dell'emergenza Coronavirus.

Dunque il carro, portato la scorsa notte nella piazza alle spalle del Comune, non sfilerà per il Cassaro, anche se non è escluso che il sindaco vi possa salire per un omaggio floreale.

"Rosalia ci chiede di continuare ad amare questa città, con i fatti e non solo con le parole - commenta l'arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice -. Ognuno deve fare la sua parte, anche nella prudenza affinchè si venga fuori dalle conseguenze economiche e sociali di questa pandemia. C'è stata una grande gara di solidarietà, la conferma che non prevalgono l'individualismo, la paura, il fare da soli, perché solo insieme possiamo portare avanti l'eredità che ci lascia Santa Rosalia, una donna che resta legata alla sua città e intercede per la sua città".

"Di fronte a una peste che mieteva vittime la città si affidò a Santa Rosalia, a distanza di 400 anni Palermo si affida ancora una volta a lei confermando il suo amore per la vita", dice il sindaco Leoluca Orlando. "Se Palermo è la città d'Italia meno contagiato e con meno morti - aggiunge -, forse lo deve proprio all'amore per la vita. Noi palermitani amiamo la vita e lo abbiamo dimostrato anche riuscendo a festeggiare Santa Rosalia in modo diverso".

Questa mattina, intanto, a Palazzo delle Aquile, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, dei consiglieri comunali, della Giunta e delle massime autorità civili e militari della città, si sono tenuti l'atto di affidamento di Palermo a Santa Rosalia da parte dell'arcivescovo Corrado Lorefice e il tradizionale omaggio floreale alla statua della Santuzza posta sulla facciata del Palazzo Pretorio da parte dei vigili del fuoco.

"Pur rispettando le misure per il contrasto della diffusione del Covid-19 - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - abbiamo deciso di non rinunciare a celebrare al meglio il legame fra Palermo e la 'Santuzza'. Il Festino di quest'anno conferma nei valori e innova nella rappresentazione la devozione per la patrona della città e la fede dei palermitani, e come non è mai successo in passato sarà diffuso in tutto il mondo. Quest'anno preghiera, memoria e arte non solo si fondono indissolubilmente, ma insieme contrastano e prevengono la peste, gli egoismi individualistici e le soffocanti appartenenze".

Anche Tgs ha deciso di essere presente in prima persona. Martedì dalle 19,15, trasmetterà dal sagrato della Cattedrale, sia i Vespri che il messaggio dell’arcivescovo Corrado Lorefice alla città, nel corso di una diretta condotta da Salvo La Rosa. Poi le troupe resteranno sul posto e andranno avanti con contributi e interviste aspettando il film di Costanza Quatriglio in programma per le 22. La serata si chiuderà con due botti di cannone e un gioco pirotecnico a forma di rosa. Si continuerà il 15 con la parte religiosa: Tgs seguirà dalle 18,45 la Santa messa dal sagrato.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X