stampa
Dimensione testo

Palermo, oltre 3mila gli oggetti smarriti in aeroporto: dai cellulari ai gioielli, ecco cosa andrà all'asta sabato

Macchine fotografiche, cellulari, tablet, gioielli, un set per alpinismo. Ma non solo, tra gli oggetti smarriti all'aeroporto di Palermo c'è anche biancheria intima e scatoli di profilattici. Sono stati trovati oltre 3500 oggetti smarriti fino a ottobre 2018 allo scalo di Punta Raisi e sabato 14 dicembre, alle 10, verranno messi all'asta nei locali ex Rent a Car.

Gli oggetti in giacenza, nel corso della terza edizione dell'asta organizzata da Gesap, sono stati rinvenuti negli ultimi due anni nell'area terminal e a bordo degli aeromobili. Tutto ciò che viene dimenticato e smarrito all'interno dell'aeroporto di Palermo, se non riscattato dopo un anno, diventa a tutti gli effetti proprietà dello Stato e quindi vendibile all'asta.

Gesap, in convenzione con l'Istituto vendite giudiziarie di Palermo, si occupa della catalogazione e della formazione dei lotti.

Oltre 3.500 i pezzi smarriti. Come spiega Giuseppe Zichittella, dell'istituto vendite giudiziarie di Palermo, ci sono oggetti di tutti i tipi: "Tra questi - spiega - abbigliamento intimo molto particolare, scatole di profilattici, kit per alpinismo, occhiali, telefonini anche di ultima generazione, giocattoli per bambini, circa 170 trolley ovviamente vuoti, macchine fotografiche, orologi".

Nel video di Marcella Chirchio le interviste allo stesso Zichittella, a Susi Miccichè, post holder terminal, e a Cristiana Pelella, security manager, responsabile affari giuridici della Gesap.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X