stampa
Dimensione testo

Palermo, la commemorazione dell'agente Natale Mondo: "Un esempio per tutti"

Questa mattina in occasione della ricorrenza del trentunesimo anniversario dell’uccisione per mano mafiosa dell’agente scelto della polizia di stato, Natale Mondo, si è svolta la commemorazione con la deposizione di una corona di alloro sulla lapide di ricordo dedicata ai caduti della polizia di stato collocata nell’atrio interno della caserma “Boris Giuliano”, sede della squadra mobile di Palermo.

"Di poliziotti e di tutta la gente palermitana onesta- ha dichiarato vice questore vicario Dario Sallustio -Il 14 gennaio 1988 la città di Palermo e l'intera nazione perdeva un altro pezzo nella lotta alla mafia. Però questi tanti tasselli, che hanno caratterizzato la storia della città di Palermo devono servire a noi come pungolo a continuare quotidianamente la nostra battaglia contro tutte le forme di illegalità e criminalità. Quindi anche Natale Mondo insieme a tante altre vittime della mafia. È stato sicuramente un esempio e deve continuare ad esserlo per il futuro".

Natale Mondo è stato ucciso nel primo pomeriggio del 14 gennaio 1988, mentre si trovava davanti il negozio di giocattoli gestito dalla moglie nel quartiere Arenella. Si era arruolato in polizia nel 1972 ed aveva prestato servizio nelle città di Roma, Siracusa e Trapani. Trasferito successivamente alla Questura di Palermo, ha prestato servizio presso la Squadra Mobile dal 2 dicembre 1982 al 9 ottobre 1985, dove si è occupato prevalentemente di indagini sulle cosche mafiose operanti in questo capoluogo, apportando un prezioso contributo alle indagini su cosa nostra. Per l’estremo sacrificio della propria vita, stroncata da un proditorio agguato criminale, Natale Mondo il 10 novembre 1999 è stato insignito della "Medaglia d’oro al valor civile alla memoria".

 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X