stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Ztl a Palermo, affari in calo: le controproposte dei negozianti - Video

Ztl a Palermo, affari in calo: le controproposte dei negozianti - Video

PALERMO. Giù gli affari delle attività commerciali e delle imprese che si trovano all’interno della Ztl a Palermo. Le associazioni che rappresentano le categorie produttive della città presenteranno delle controproposte all'amministrazione comunale.

Oggi alla Camera di Commercio si è svolto un incontro tra tutti gli associati di Confartigianato, Confindustria, Fittel, Adoc, Federconsumatori, Casartigiani, Cna, Confimprese, Cidec, Cisal Terziario, Asia, Federpesca, Legacoop e la consulta degli ordini professionali. Una giornata di dibattito per fare il punto con i commercianti di Palermo sulla crisi di vendite che si è creata all’indomani della chiusura della Ztl a Palermo. Oggi i titolari di attività commerciali hanno espresso tutte le loro problematiche.

Alla fine della giornata è stata redatta una petizione che sintetizzerà tutte le richieste e nei prossimi giorni verranno posizionati quattro banchetti in corrispondenza dei punti d’ingresso nella Ztl in modo tale che chi vorrà potrà firmare indicando il rifermento della propria carta d’identità.

Il presidente della Cidec di Palermo Salvatore Bivona spiega: “Noi speriamo di raccogliere in una settimana tremila firme che presenteremo al sindaco e al Consiglio Comunale. La politica deve sentire i suoi cittadini e deve essere al servizio della gente sia nel bene che nel male. Speriamo di riuscire a trovare un accordo con l’amministrazione e che si possano ottenere delle soluzioni per i problemi dei commercianti del centro di Palermo, che rischiano di fallire e licenziare i loro dipendenti. C’è un serio problema per l’economia della città, che non può essere ignorato”.

Immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X