"Aule inadeguate": dirigente e studenti del Dolci protestano in prefettura - Video

PALERMO. Sit in degli insegnanti e degli studenti del liceo delle Scienze Umane e linguistico Danilo Dolci di Palermo davanti alla Prefettura.

A guidare la protesta il preside Domenico Di Fatta che chiede un intervento urgente del prefetto di Palermo, Antonella De Miro, per la situazione precaria in cui studiano e lavorano alunni ed docenti nella struttura di via Fichidindia a Brancaccio.

La sede centrale del Liceo Dolci si trova in un bene confiscato.

“Il problema è che noi abbiamo 1400 alunni, ma non abbiamo aule adeguate per ospitarli. Le aule che posso contenere 24 alunni sono pochissime, le altre possono ospitarne tra 10 e 15 alunni”. Il preside Di Fatta si trova con le spalle al muro perché, secondo il decreto nazionale che riguarda la sicurezza all’interno delle aule scolastiche, in un determinato numero di metri quadri possono entrare soltanto un certo numero di alunni.

Questo implica che in aule piccole non possono andare più di 10 studenti.

“Ma il Miur ci impone di creare aule di almeno una ventina di studenti, per non aumentare il numero di docenti necessari - continua Di Fatta –. Noi vogliamo accogliere tutti ma non abbiamo lo spazio per farlo in sicurezza. Ho scritto una lettera al prefetto affinché convochi un tavolo con il commissario dell’ex Provincia di Palermo e il sindaco Orlando, affinché ci diano nuovi spazi per gli alunni entro settembre, ma non lontano dalla nostra sede di Brancaccio”.

Tra gli altri problemi del liceo Danilo Dolci vi è anche quello che si trova in un quartiere poco servito dai mezzi pubblici e la strada non è ben illuminata.

“Non vorrei essere costretto a settembre a dovere istituire i doppi turni in un quartiere in cui i genitori hanno timore a far camminare al buio da soli a piedi i loro ragazzi. Almeno il 23% dei miei alunni viene dalla provincia di Palermo e ha anche la necessità di spostarsi con i mezzi pubblici”.

Il preside, i docenti e gli alunni del liceo hanno poi incontrato il prefetto che si è impegnata a convocare al più presto un tavolo con Provincia, Comune, Regione e ufficio scolastico regionale e il preside stesso per risolvere al più presto entro l'inizio di settembre il problema aule.

Nel video l'intervista al dirigente Domenico Di Fatta e al professore Roberto Alessi

Immagini di Salvatore Militello

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X