stampa
Dimensione testo

Forti piogge e allagamenti a Palermo, Ustica resta isolata: il video

PALERMO. Ancora maltempo su Palermo e duro lavoro per i vigili del fuoco alle prese con allagamenti, distacchi di intonaco dagli edifici e alberi su strada. A causa del maltempo anche in altre regioni si sono registrati dirottamenti su Palermo e ritardi nei voli.

La pioggia battente ha creato disagi alla viabilità. Strade allagate e tombini scoperchiati in alcune zone della città e in particolare in corso Calatafimi e in via Leonardo da Vinci, ma anche via Messina Marine e alcuni comuni della provincia. A Cinisi si sono allagati i sottopassi e diverse auto sono rimaste intrappolate.

 

Come si vede nel video, allagamenti e disagi a Mondello.

I pompieri sono intervenuti per mettere in sicurezza la Chiesa madre di Trabia dalla quale si sono staccati alcuni calcinacci. Sempre a Trabia in via Giardini un albero è finito su una vettura danneggiandola. Interventi per caduta cornicioni anche a Palermo in via Centuripe a Borgo Nuovo, in via Paolo Perez, in via Salaparuta e in vi Fondo Baiamonte. Forse a causa del freddo e dell’utilizzo di stufe e impianti di riscaldamenti in un ufficio privato in via La Farina è andato in corso circuito l’impianto elettrico. L’ufficio invaso dal fumo è stato sgomberato.

Il volo Alitalia partito da Pantelleria per Trapani è stato dirottato a Palermo per i forte vento. I passeggeri torneranno a Trapani in pullman. A causa dello scalo chiuso a Bologna e riaperto solo alle nove due voli della Ryanair sono in ritardo: il Bologna Palermo delle 8 è arrivato alle 11 e quello delle 8.30 partirà alle 11.30. Ritardi anche sui voli Ryanair in arrivo da Bergamo, che era atteso alle 10.25 e partirà per le 11.40, e in partenza per Treviso, con decollo spostato dalle 10.50 alle 12.

A Fontanarossa di Catania è stato cancellato il volo Mistral Air in arrivo da Brescia, ed è in ritardo di circa due il volo Alitalia in arrivo da Milano alle 10.25 invece che alle 8.45.

Anche oggi non è partito il traghetto per Ustica. Sono undici giorni che non si effettua la corsa. Ieri la nave partita in ritardo era arrivata a metà del tragitto e poi è tornata indietro. Proteste degli isolani e oggi il sindaco Attilio Licciardi chiederà l’intervento del prefetto. Sull’isola le scorte alimentari e di medicinali stanno esaurendo.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X