stampa
Dimensione testo

Serafino e Giacomo, gli ultimi sopravvissuti alla strage di Portella

di

PORTELLA DELLA GINESTRA. Serafino Petta, 86 anni, è stato ancora una volta il primo ad arrivare alla Casa del popolo di Piana degli Albanesi. Alle 8 del mattino aveva già ricevuto l'abbraccio della leader della Cgil Susannna Camusso. E poco dopo insieme i due si sono spostati verso il cimitero. Con loro anche Giacomo Schirò, che di anni ne ha 96 anni: e anche lui quel giorno si trovava a Portella.

Petta e Schirò sono gli ultimi sopravvissuti alla strage di Portella della Ginestra. Avevano 16 anni e 26 anni quel primo maggio del 1947.  Con la loro passeggiata in centro a Piana sono iniziate le celebrazioni del settantesimo anniversario della strage. A Portella sono arrivati i tre leader sindacali Camusso, Carmelo Barbagallo e Anna Maria Furlan.

É Portella oggi la capitale del lavoro italiana. E da qui i tre leader hanno già chiesto al governo un cambio di passo nelle politiche per l'occupazione, in particolare quelle per incentivare l'ingresso nel mercato del lavoro dei giovani. Chiesti anche investimenti infrastrutturali e un migliore impiego dei fondi europei.

Alla commemorazione delle vittime, al cimitero di Piana, si sono recati anche i segretari regionali dei sindacati: Claudio Barone (Uil), Mimmo Milazzo (Cisl) e Michele Pagliaro (Cgil).

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X