stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Palermo, pozzanghere con escrementi e rifiuti: l'allarme da piazzetta della Pace

Palermo, pozzanghere con escrementi e rifiuti: l'allarme da piazzetta della Pace

di

"Il 6 agosto siamo andati a verificare lo stato di piazzetta della Pace, chiamati da alcuni residenti disperati. Lo spettacolo che si è presentato davanti ai nostri occhi è indescrivibile". Così l’associazione Comitati civici ha segnalato il grave problema che da alcuni giorni, come molto spesso capita da anni, affligge piazzetta della Pace, nel quartiere Borgo Vecchio di Palermo.

"Condizioni schifose in cui sono costrette a vivere tante famiglie", come documentano con delle foto scattate, in cui da tantissimo tempo vivono molte famiglie.  La scena che si presenta è la solita, purtroppo. Ma questa volta con un tocco in più: grandi pozzanghere in cui si vedevano galleggiare escrementi, una puzza nauseabonda che penetrava nelle narici e strozzava la gola, mentre i mezzi che passavano facevano schizzare ovunque i fetidi liquami. E poi tutto intorno tanta spazzatura, che galleggiava anche dentro l'immonda palude. Spazzatura che si trova a veramente pochissimi passi dal Ccr - centro comunale di raccolta rifiuti.

Negli acquitrini «sono anche presenti microrganismi patogeni derivanti dalle feci e delle urine di animali e dell’uomo che possono provocare malattie infettive come tifo, colera, dissenteria, molto pericolose dal punto di vista igienico-sanitario», prosegue nella sua denuncia l’associazione, che chiede a gran voce l’intervento del Comune, «senza che ci si perda, come in questi anni, in accuse e rimpalli di responsabilità».

Chiamato in causa, il neo assessore ai lavori pubblici, Salvatore Orlando, ha detto: «E’ una vicenda antica questa di piazzetta della Pace, causata molto probabilmente dai lavori del passante ferroviario. Ovviamente siamo già a lavoro e gli operai stanno spurgando. Successivamente - ha proseguito l’assessore - si lavorerà all’installazione delle pompe di sollevamento, che dovranno dirottare queste acque piene di liquami in un pozzetto dell’Amap evitando quindi che si verifichi nuovamente questa situazione».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X