stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Il Festino che non c'è, Palermo non dimentica la Santuzza e si veste a festa

Il Festino che non c'è, Palermo non dimentica la Santuzza e si veste a festa

Un Festino anomalo quello del 2020, l'anno della pandemia. Se le misure di contenimento del Covid non consentono di realizzare le annuali celebrazioni, i palermitani non dimenticano Santa Rosalia, patrona della città.

La Cattedrale di Palermo, fulcro delle manifestazioni che ogni 14 luglio radunano centinaia di palermitani, si veste a festa anche questa volta. La statua di Santa Rosalia è circondata da fiori e si erge su una strada coperta da un manto azzurro.

Nessuna sfilata lungo il Cassaro. Il carro di Santa Rosalia rimane fermo a Piazza Bellini.

Come già preannunciato in conferenza stampa dal sindaco Leoluca Orlando e dall’arcivescovo Corrado Lorefice, dalle ore 22, sarà  trasmesso su diversi canali il film, di proprietà del Comune di Palermo, dal titolo "Palermo sospesa - c'è il Festino che non c'è".

Mancano anche i consueti giochi d'artificio che ogni anno brillano sul mare, al termine della sfilata del carro della Santa lungo Corso Vittorio Emanuele. Il 14 luglio del 2020 verrà esploso a mezzanotte un singolo fuoco d’artificio.

Foto di Piero Longo

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X