stampa
Dimensione testo

Mafia ed estorsioni tra l'Arenella e Pallavicino: 4 condanne a Palermo

Accusati di avere imposto il pizzo ai commercianti tra l'Arenella e Pallavicino, anche con minacce pesanti e danneggiamenti agli imprenditori che provavano a ribellarsi. In quattro sono stati condannati, a vario titolo, per mafia ed estorsioni, e altri due invece sono stati assolti.

Il processo si è svolto con rito abbreviato. Come scrive Sandra Figliuolo sul Giornale di Sicilia, il gup Piergiorgio Morosini ha inflitto otto anni di reclusione a Fabrizio Saia, che avrebbe fatto parte della famiglia mafiosa di Pallavicino, tre anni al collaboratore di giustizia Michele Visita, e due anni a testa a Luciano Forestieri e Nunzio Sammaritano, due presunti estorsosri per i quali è però caduta l'aggravante di aver favorito cosa nostra.

Assolti, invece, Agostino Pizzuto, detto “basettone” e Salvatore Baucina.

L'indagine aveva preso il via dalle dichiarazioni del pentito Giuseppe Cassaro, oggi deceduto, e riguarda fatti risalenti tra il 2007 ed il 2009.

La notizia completa sul Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X