stampa
Dimensione testo

2 giugno, le foto della cerimonia in piazza Vittorio Veneto a Palermo: deposta una corona di alloro

Cerimonia in piazza Vittorio Veneto a Palermo in occasione della Festa della Repubblica. Deposta una corona di alloro davanti al monumento dedicato ai Caduti.

Erano presenti il prefetto Antonella De Miro, il vice sindaco Fabio Giambrone (il sindaco Leoluca Orlando è a Roma), il questore Renato Cortese, il comandante della Legione Carabinieri Sicilia Giovanni Cataldo, il comandante provinciale dei carabinieri di Palermo Antonio Di Stasio, il comandante della Guardia Finanza Giancarlo Trotta, il comandante militare dell'Esercito in Sicilia Claudio Minghetti  e il comandante della Capitaneria di Palermo Roberto Isidori. Alla cerimonia hanno preso parte anche gli studenti della scuola Nicolò Garzilli e Virgilio Marone che hanno adottato il monumento del milite ignoto e durante la manifestazione hanno illustrato la sua storia. Presenti anche varie associazioni combattentistiche e d'arma, tra le quali la Sezione "Natale Mondo" di Palermo dell'Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

La piazza fu inaugurata nel 1909, in occasione dei festeggiamenti per il cinquantenario dell'Unità d'Italia. Nel 1931 fu realizzato l'emiciclo colonnato su disegno di Ernesto Basile. Il monumento vero e proprio, al centro della piazza, fu costruito utilizzando la pietra chiara di Isola delle Femmine e, sopra l'obelisco, svetta a 28 metri di altezza, la Vittoria, statua in bronzo di Mario Rutelli. Il gruppo scultoreo in basso, opera di Antonio Ugo, rappresenta la Sicilia che si ricongiunge alla madre Patria, mentre i bassorilievi dei pannelli laterali, disegnati da Ernesto Basile, sono stati realizzati da Gaetano Geraci.

Nel pomeriggio a Villa Pajno, invece, alla presenza della Fanfara del 12° Battaglione carabinieri Sicilia, è in programma la cerimonia di consegna delle medaglie onorifiche agli insigniti.

Ecco le medaglie che saranno consegnate: la medaglia d'oro al Merito Civile alla memoria di Carmelo Iannì, vittima innocente della mafia, assassinato a colpi d'arma da fuoco in data 28.08.1980 all'interno dell'Albergo Riva Smeralda di cui lo stesso era gestore; le medaglie d'oro di "Vittima del Terrorismo" ai militari dell'Esercito Italiano Caporal Magg. Scelto Luca Prinzi, e Caporal Magg. Vincenzo Mazzamuto, entrambi gravemente feriti in Afghanistan, dove erano impegnati in missioni di pace; le medaglie d'onore alla memoria dei militari Salvatore Ciccarelli, Antonino Nolfo e Mario Oliveri che dopo l'8 settembre 1943, per non avere aderito alla Repubblica di Salò, furono deportati e internati nei campi di concentramento in Germania.

La Prefettura ha curato, per farne dono alle scuole presenti, una pubblicazione della raccolta di poesie scritte da Mario Oliveri, durante i 19 mesi trascorsi nel campo di concentramento tedesco, dal titolo Rosario di prigionia.

Festa della Repubblica, fiori tricolore a Palermo: l'iniziativa del mercato Campagna Amica

Saranno consegnate anche le onorificenze dell' "Ordine al Merito della Repubblica Italiana", tra cui al questore di Palermo Renato Cortese, al comandante della Legione Carabiniere Sicilia Giovanni Cataldo e al direttore centrale per i Servizi antidroga del dipartimento della P.S. del Ministero dell'Interno Giuseppe Cucchiara.

Saranno presenti tanti studenti di scuole della città e non solo: il quartetto del corso di sassofoni del Conservatorio Musicale "Alessandro Scarlatti"; gli studenti del Liceo Musicale "Regina Margherita" con un loro contributo artistico; Duilio Virzì virtuoso percussionista, alunno dell'Istituto Comprensivo "Montegrappa-Sanzio"; gli alunni dell'Istituto Comprensivo Statale "Borgetto-Partinico" con una canzone dal titolo "I Cento passi"; la studentessa Elisa Pillitteri, dell'Istituto Superiore Statale "M.Rutelli", medaglia d'argento individuale femminile alle finali nazionali del campionato studentesco MIUR di danza sportiva; Gabriele Zarbo, giovane studente dell'Istituto "L. Einaudi - Pareto", medaglia d'oro, nella categoria agonisti, al campionato europeo judo della Federazione Italiana Sport Disabili Intellettivi e Relazionali; il Convitto Nazionale "G. Falcone", con la lettura de "L'Infinito" di Giacomo Leopardi; gli studenti dell'Istituto "Sperone-Pertini", con il video dal titolo "Fare la scelta giusta"; gli studenti dell'Istituto Tecnico Professionale "Ernesto Ascione", vincitori della gara nazionale nel 2018 delle Scuole di Odontotecnica.

Per l'occasione sarà, inoltre, allestita una mostra all'interno di Villa Pajno con i lavori realizzati dagli studenti del Liceo Artistico "Catalano": i prototipi del carro e della scultura rappresentativa di Santa Rosalia, selezionati lo scorso anno nell'ambito del progetto "393 Festino di Santa Rosalia", il puzzle/gioco 3D"DO(NU)M realizzato nell'ambito di un progetto il cui intento è la produzione di manufatti di artigianato locale che evochino aspetti del territorio siciliano attraverso elementi tridimensionali, la riproduzione del Genio del Palazzo, frutto di un progetto che intende riprodurre manufatti storici per la fruizione da parte di soggetti ipovedenti attraverso la percezione tattile.

Ed ancora, il libro illustrato per l'infanzia dal titolo "Con un piccolo aiuto" realizzato all'interno del progetto "I quindici sorrisi" di alternanza ed orientamento al lavoro che prevede di farne dono, insieme ad altri libri sempre realizzati dagli stessi studenti, al reparto di chirurgia pediatrica dell'Ospedale Civico di Palermo.
Verranno anche esposte elaborati artistici sul cyber-bullismo e sulla Costituzione Italiana e, nell'ambito del progetto finanziato da "UnescoEdu Futuro Presente" , i pannelli progettuali che rielaborano elementi in stile Liberty, patrimonio culturale del nostro recente passato.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X