stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Foto Calcio Centro sportivo a Torretta, al via i lavori per la nuova "casa" del Palermo

Centro sportivo a Torretta, al via i lavori per la nuova "casa" del Palermo

di

Un nuovo inizio, una nuova storia. I lavori per la costruzione del centro sportivo a Torretta partiranno da oggi (21 ottobre). La prima pietra e le prime basi di quella che sarà la nuova casa del Palermo.

"Ringrazio tutti, oggi mi sento di aver raggiunto una promozione", sono state le prime parole del presidente Dario Mirri ai giornalisti presenti. Si partirà dal terreno per cui un anno fa il Comune di Torretta ha dato autorizzazione a costruire. Sorgeranno qui due campi da calcio: uno in sintetico e uno in erba naturale. Saranno quelli in cui il Palermo di Corini si allenerà regolarmente e saranno anche i primi ad essere pronti tra qualche mese (marzo 2023?).

Poi ci sarà un terzo campo, per il quale i lavori inizieranno la prossima settimana (quello di proprietà del Comune di Torretta, affidato in gestione al Palermo per 5 anni con opzione per un altro quinquennio).

"Questa è una casa ed è una base. Dopo 122 anni abbiamo trovato la nostra dimora, dopo anni che l'abbiamo ricercata. Dopo tante promozioni fin dai primi anni oggi nel 2022 è un giorno da ricordare - ha ammesso emozionato il numero uno del Palermo".

Poi Mirri ha sottolineato le difficoltà legate alla pandemia e la tenacia di andare avanti, nonostante tutto, anche grazie all'aiuto della banche e al City Group: "Nonostante i problemi siamo riusciti a completare questo sogno. Ad ottobre 2021 la commissione ed i commissari oggi presenti, hanno rilasciato il permesso. Dopo un anno ho cercato di fare partire il lavoro, ci sono difficoltà come il covid o altro ma ho avuto la passione ed il coraggio per andare avanti. Le banche non hanno agevolato il successo, quest'anno ho provato a fare partire il progetto ma le banche chiedevano il triplo ed il quadruplo nel momento di difficoltà. Ringrazio il CFG perché grazie a loro non abbiamo bisogno dell'aiuto delle banche. Oggi è la prima pietra ed iniziamo".

Ringraziamenti speciali, poi, al nuovo presidente della Regione Sicilia, Renato Schifani, al numero uno della Lega Serie B e all'ex sindaco di Palermo, Leoluca Orlando (che ai tempi giocò un ruolo importante nella presentazione del progetto): "Ringrazio il comune di Torretta, Schifani, Orlando e Balata che hanno dato ulteriore valenza al progetto perché lo sport è altro, non solo un pretesto. Sono sicuro che il Paermo ed i nostri ragazzi da marzo potranno finalmente allenarsi qui e stare in club House per completare con palestra e quant'altro per il 2023".

Tra i protagonisti, anche Schifani, che ha dichiarato: "Non era previsto nei miei impegni delle ultime 48h ma da tifoso non potevo dire di no. Sono felice che i giocatori che abbiano la loro casa e mi auguro che la struttura possa ancora ampliarsi con attenzione data ai ragazzi ed al settore giovanile. Serve essere fautori della legalità per levare i ragazzi dalla possibilità di delinquere".

Non poteva poi mancare l'intervento del direttore sportivo del Palermo, Rinaudo, appena confermato dalla società fino al 2024: "Da piccolo ricordo che a Palermo non c'era un settore giovanile, invece adesso sì. Nei momenti di difficoltà Mirri credeva nel progetto ed io stesso mi stupivo. A volte non credevo potesse riuscirci, era difficile, invece oggi è realtà. È una svolta epocale e con l'avvento del gruppo CfG abbiamo velocizzato la crescita della nostra squadra. Voglio ringrazia Mirri ed Il CfG per aver dato a Palermo questo sogno".

Intervenuto anche il presidente della Lega Serie B, Mauro Balata: "Questa è una provincia che ha oltre un milione di abitanti. Vedere queste iniziative è importante ed è importante che si possa raggiungere un obiettivo così. È fondamentale avere una struttura così. Il Palermo ritorna nel calcio che conta e lo fa con un un presidente come Dario che so quanto ci tiene e quanto ha sofferto perché lo conosco". E sullo spettacolo del campionato in corso ha poi ammesso: "Stiamo superando tutti i record i termini di tifosi allo stadio e di crescita del prodotto non solo digitale ma anche tecnologico. Abbiamo investito molto sulla qualità ed è superiore in quella di altri campionati. La serie B è un laboratorio che sta crescendo e servirà".

Il nuovo centro sportivo avrà anche un'area dedicata alla palestra, alla sala conferenza, spogliatoi e altri spazi tecnici. La casa padronale, già presente a Torretta, diventerà invece la nuova club house rosanero.

foto di Marco Genduso

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X