stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Pallanuoto, Formiconi è il nuovo allenatore del TeLiMar Palermo
SERIE A1

Pallanuoto, Formiconi è il nuovo allenatore del TeLiMar Palermo

È Pierluigi Formiconi il nuovo tecnico del TeLiMar Palermo, dopo l'esonero di Ivano Quartuccio, che aveva abilmente traghettato il team verso la storica promozione dello scorso giugno.

"Sono lieto di essere stato contattato dal Presidente Giliberti, che mi ha affidato la prima squadra della Società TeLiMar in questo difficile momento", ha dichiarato Formiconi. "Posso serenamente affermare che, abbracciando questa sfida, darò tutto il mio apporto tecnico e di esperienza per cercare di garantire - continua - la permanenza della squadra in Serie A1, categoria che compete alla società ed alla città di Palermo".

"L’esonero del nostro appassionato tecnico Ivano Quartuccio, che ci aveva portato in A1 e che ringrazio per il grande impegno che ha profuso sinora nella gestione della prima squadra, è stata una scelta che mi è costata tantissimo", ha dichiarato Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar. "Ivano, punto di forza della nostra intera attività pallanotistica, continuerà ad operare in seno al nostro importante settore giovanile, di cui è sempre stato il nostro punto fermo. Tuttavia, non ho potuto fare diversamente perché la squadra, ancora una volta, nello scontro diretto contro il Posillipo che doveva essere la partita della svolta, ha dimostrato straordinari limiti, sia nel gioco di squadra, che a livello di ogni singole individualità, tenuto conto che l’unico a fornire una prestazione accettabile è stato il nostro portiere William Washburn".

"Penso sia l’uomo giusto per uscire da questa per me penosa situazione, avendo strutturato una squadra completa, ingaggiando tanti giocatori di alto livello, che però - continua -, complici anche una sfilza di accadimenti infelici, ha giocato stabilmente male e raccolto per come è giusto che sia proporzionalmente alla scadente qualità di gioco che ha espresso. Una intera città ci segue e ci sostiene: abbiamo l’obbligo morale sia per questo che per i tanti sforzi profusi dal mio Club di mantenere la categoria, facendo più del massimo, ognuno - tecnico, dirigenza, staff, giocatori etc - approcciandosi - conclude - con grande senso di responsabilità nello svolgimento del proprio ruolo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X