stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Prova di forza del TeLiMar che batte in casa l'Ortigia
PALLANUOTO

Prova di forza del TeLiMar che batte in casa l'Ortigia

di

PALERMO. Finisce 13 a 10 alla piscina Olimpica Comunale di Palermo tra TeLiMar e Ortigia. La partita, giocata a porte chiuse per il mancato rinnovo dell'agibilità delle tribune dell'impianto di viale del Fante, ha visto una grande prova di carattere degli uomini del Presidente Giliberti, che hanno saputo affrontare con caparbietà l'assenza per squalifica del Capitano Fabrizio Di Patti.

Dopo alcune azioni sviluppate in attacco senza riuscire ad andare a segno, il TeLiMar, però, subisce la rete dell'Ortigia che sblocca il risultato con un bel tiro di Danilovic a 5'20 dal termine del primo parziale. È sempre il numero 10 siracusano che raddoppia con una palomba a 2'55. I padroni di casa reagiscono con Lo Cascio che, su assist di Galioto, segna il goal dell'1 a 2 a 1'57. Gli ospiti, però, allungano sull'1 a 3 con Di Luciano su uomo in più. Superiorità numeriche: TeLiMar 0/0; Ortigia 1/2.

Il secondo parziale si apre con la rete di Fabiano che porta il TeLiMar sul 2 a 3. Espulso  Danilovic per proteste, ne approfittano i ragazzi dell'Addaura che pareggiano con Zubcic su uomo in più. Botta e risposta tra le due squadre, con i goal di Polifemo, D'Aleo e Di Luciano che portano complessivamente il risultato sul 4 a 5. Cercano di allungare nuovamente gli ospiti, prima con Puglisi su uomo in più per la rete del 4 a 6, poi con Di Luciano, sempre in superiorità numerica. Il momentaneo black-out del TeLiMar prosegue con la rete del 4 a 8 firmata Di Luciano per l'Ortigia. Il sette allenato da Ivano Quartuccio, però, accorcia le distanze due volte con D'Aleo, per il 6 a 8 che chiude il parziale. Superiorità numeriche: TeLiMar 1/2; Ortigia 2/2.

La seconda metà di gioco vede  reattivi i padroni di casa che con Zubcic, Lo Cascio e Raimondo si portano sul 9 a 8. Superiorità numeriche: TeLiMar 0/2, Ortigia 0/5.

L'ultimo parziale si apre con le reti di Fabiano e Calabrese che permettono al TeLiMar di allungare sull'11 a 8. A 3'47 dal termine segna Abela per gli ospiti su uomo in più, portando il risultato sull'11 a 9. Il TeLiMar risponde con Fabiano in superiorità numerica, ma ribattono i siracusani con Martelli per il 12 a 10. Sul finale, i palermitani si portano sul definitivo 13 a 10 con Calò, ben servito da Lo Cascio. Superiorità numeriche: TeLiMar 1/3; Ortigia 1/2.

Da registrare l'espulsione per proteste di Danilovic (Ortigia) nel secondo tempo, di Galioto (TeLiMar) nel terzo tempo e Abela (Ortigia) nel quarto tempo, entrambi per limite di falli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X