stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Covid e povertà, Life and Life insieme a Intesa San Paolo a sostegno di 75 famiglie
IL PROGETTO "HELP FAMILY"

Covid e povertà, Life and Life insieme a Intesa San Paolo a sostegno di 75 famiglie

Si è appena concluso il progetto “Help Family” realizzato dall’Organizzazione Umanitaria Internazionale “LIFE and LIFE Onlus” e sostenuto dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus con un contributo “una tantum” di 5 mila euro, interamente utilizzati per l’acquisto di sacchetti di spesa alimentare “standard” per soggetti indigenti.

“Siamo grati alla Fondazione Intesa San Palo per il sostegno – afferma la presidente di LIFE and LIFE Valentina Cicirello - Un riconoscimento al lavoro che abbiamo svolto durante la “fase 1” dell’emergenza, quando abbiamo assicurato servizi primari ed assistenza diretta a soggetti fragili e vulnerabili residenti nella città di Palermo”.

“Con il progetto Help Family i sacchetti acquistati sono stati 450, distribuiti ogni settimana per 3 mesi a 75 famiglie – continua Valentina Cicirello - il progetto iniziato a luglio si è concluso ad ottobre. Abbiamo assistito sia famiglie palermitane che straniere residenti a Palermo ed in particolare nella prima, seconda e terza circoscrizione, dove la nostra Onlus opera maggiormente. Qui si trovano aree fra le più degradate del Comune di Palermo. Grazie al progetto “Help Family” che è attivo dal 2013, abbiamo realizzato sul territorio un osservatorio sulle condizioni socio-economiche per conoscere e contribuire a risponde alle esigenze primarie delle famiglie bisognose. Il progetto oltre all’assistenza alimentare ha offerto altri servizi quali accompagnamento ed orientamento, disbrigo pratiche, mediazione linguistica e culturale ed anche assistenza sanitaria”.

“Il progetto – conclude Valentina Cicirello - si è potuto realizzare anche grazie alla collaborazione con Russo Group di Palermo, nata durante il periodo Covid con la concessione da parte della famiglia Russo di carrelli solidali presso i loro supermarket. Siamo soddisfatti per quello che siamo riusciti a fare ma rimane la preoccupazione per le famiglie di cui ci siamo prese cura e che da novembre in poi non avranno più assistenza”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X