stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Badalamenti jr torna a Cinisi, la città rifiuta "un selfie contro la mafia"
STRISCIA LA NOTIZIA

Badalamenti jr torna a Cinisi, la città rifiuta "un selfie contro la mafia"

Il figlio del boss mafioso Gaetano Badalamenti torna a Cinisi, in provincia di Palermo, ma la città sembra aver superato la spinta anti-mafiosa nata dopo la morte di Peppino Impastato. L'inviata di "Striscia la Notizia", Stefania Petyx, ha proposto ai cittadini un "selfie contro la mafia", ma in pochi hanno voluto prestare il proprio volto all'iniziativa.

Peppino Impastato, giornalista e conduttore radiofonico, venne ucciso nel 1978 a Cinisi per il suo attivismo contro le cosche mafiose, in particolare contro Tano Badalamenti. Al rientro del figlio del boss morto in carcere, Stefania Petyx lancia una domanda ai cittadini: "Cinisi è ancora la città di Peppino Impastato?".

Il rientro a Cinisi di Badalamenti jr non è passato inosservato. Ha infatti cercato subito di impossessarsi di un immobile che era stato confiscato alla sua famiglia, forzando i cancelli e cambiando la serratura. Gesto a cui è seguito l'arresto. Inoltre, si è anche scoperto che l'uomo è ricercato in Sudamerica per reati legati al traffico di droga.

L'inviata ha proposto un selfie contro la mafia ma non proprio tutti gli intervistati hanno voluto prestate il proprio volto all'iniziativa del programma di Canale 5. Anzi, molte delle persone fermate per strada si sono rifiutate di scattare una foto con in mano un cartello contro la criminalità organizzata. Qualcuno ha anche bersagliato la Petyx con delle arance.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X