stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Corleone, riapre il centro di ascolto per le donne vittime di violenza
VOLONTARIATO

Corleone, riapre il centro di ascolto per le donne vittime di violenza

E’ stato siglato ieri, nella sede dello sportello di ascolto “Diana”, all’interno del Palazzo di Giustizia di Palermo, un Protocollo d’intesa finalizzato alla riattivazione del servizio di ascolto in favore delle donne vittime di violenza presso la città di Corleone. Il documento è stato firmato alla presenza della presidente Co.Tu.Le.Vi. (Organizzazione di volontariato Contro Tutte Le Violenze) Aurora Ranno, del sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi, della locale responsabile  Chiara Filippello e dei legali Marilisa Badami e Elisa Rezzola.
Il servizio di ascolto sarà garantito su richiesta presso la sede comunale di Piazza Garibaldi n. 1 in collaborazione con il locale Comitato spontaneo “DonnAnimosa” e sarà raggiungibile tramite una linea telefonica dedicata che sarà messa a disposizione del pubblico nei prossimi giorni.
A dirigere il servizio di ascolto e supporto gratuito sarà  Chiara Filippello coadiuvata da Marilisa Badami ed Elisa Rezzola. Il locale centro di ascolto è aperto anche alla collaborazione di chiunque volesse donare un contributo alla comunità e a coloro che manifestano il bisogno di un supporto di carattere personale e professionale. Al termine della cerimonia della firma, i presenti si sono recati in visita presso l’Ufficio di Presidenza dove hanno incontrato il presidente del Tribunale di Palermo dott. Antonio Balsamo con il quale si è proceduto ad un cordiale scambio di saluti ed ad un breve confronto sulle collaborazioni finora proficuamente espletate e condotte sul territorio palermitano.

“Esprimo la mia gratitudine e di tutta l’Amministrazione comunale – dichiara il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi - alla presidente Co.Tu.Le.Vi. Aurora Ranno e a tutti coloro che si sono adoperati per riattivare questo importante servizio nella nostra città. Molto spesso, la violenza contro le donne si manifesta tra le mura domestiche, quel luogo sicuro e di protezione che dovrebbe garantire la famiglia, si trasforma in uno scenario di violenze, reiterate nel tempo. In questo contesto è necessario incentivare la dimensione di rete e l’interazione tra enti pubblici e terzo settore, indispensabile per fornire supporto alle donne vittime di violenza”.

“Ringrazio il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi e l’Amministrazione comunale tutta – afferma Aurora Ranno – per aver fortemente voluto la riapertura del servizio di ascolto e sostegno. Infine, porgo i miei più sinceri auguri alla responsabile Chiara Filippello e alle Avv. Marilisa Badami ed Elisa Rezzola per la disponibilità e l’impegno manifestato, nella speranza di un costante incremento ed allargamento del team di lavoro a disposizione dei cittadini e della Comunità”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X