stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Cimiteri, la verità di D’Agostino dopo le dimissioni: "Le colpe non sono tutte mie"
PALERMO

Cimiteri, la verità di D’Agostino dopo le dimissioni: "Le colpe non sono tutte mie"

Se ne è andato. Ha tenuto la bocca chiusa per due giorni. Ma a un certo punto ha anche dovuto difendersi dagli attacchi più o meno velati di inefficienza che gli sono piovuti addosso. Roberto D’Agostino, ingegnere chimico prestato alla politica, assessore ai Cimiteri ma anche al Bilancio, al Patrimonio e altre deleghe ancora, spiega chiaro e tondo di essersi sentito «delegittimato dal sindaco».

E anzi, aggiunge: «A un certo punto mi sono sentito anche in pericolo. Attorno ai cimiteri gira uno strano mondo - spiega - e quando sei senza protezione e sei solo diventi un bersaglio».

Sollevato, ironico, sciolto, caustico. È come se si fosse tolto un peso. «Sono sicuro che il sindaco saprà fare meglio di me». E aggiunge: «Bisogna dire con onestà che io pago per colpe che non sono esclusivamente mie. Dico solamente che l’emergenza cimiteri era nel programma del sindaco per la rielezione, significa che la città sotto questo profilo soffriva da tempo».

L'articolo di Giancarlo Macaluso sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X