stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Cultura, Orlando all'attacco: nessuno della mia giunta siederà mai a un tavolo con Samonà
POLEMICHE

Cultura, Orlando all'attacco: nessuno della mia giunta siederà mai a un tavolo con Samonà

Nel giorno della presentazione del neo assessore alle Culture del Comune di Palermo e nel pieno dei festeggiamenti della patrona Santa Rosalia, ecco che scoppia la polemica su alcune scelte del governo regionale. E ad innescarla è proprio una domanda posta dai giornalisti a Mario Zito, assessore comunale, sul rapporto che avrà con il suo omologo regionale, Alberto Samonà.

Zito ha risposto che lavorerà con le istituzioni come ha sempre fatto con la massima sinergia e tranquillità per il bene della città. "Se ci saranno divergenze con Samonà non è perchè si tratta di Samonà - ha precisato - ma le divergenze le si possono avere con tutti, anche con lo stesso sindaco Orlando che mi ha nominato".

La scelta di affidare l'assessorato ai beni culturali della Regione Siciliana ha acceso, però, gli animi del sindaco Leoluca Orlando che è intervenuto, prendendo la parola, e precisando che non ha mai condiviso la decisione del governo: "La stessa sera dell’annuncio - ha reso noto - ho telefonato al governatore Nello Musumeci per dirgli che non posso accettare la scelta di una persona che non ha mai rinnegato sia il nazismo che il fascismo".

Il sindaco ha precisato che il "referente è solo Musumeci. Nessun rappresentante della mia giunta si siederà mai ad un tavolo dove ci sarà Samonà, così come mai, comunque, ci siamo seduti ai tavoli durante le conferenze regionali. Se vogliono noi interveniamo, prendiamo il microfono e parliamo, ma non ci sediamo alla presentazione di eventi strettamente regionali". Il sindaco ha poi fatto espressamente riferimento a "Sole Luna Doc Film Festival", il festival internazionale di documentari che ha avuto il suo esordio nel 2006 a Palermo ed è giunto nel 2020 alla sua quindicesima edizione.

"Il sindaco non vuole sedersi al tavolo con me? Non può essere certo commentata la dichiarazione di Orlando che, evidentemente non a caso, risulta essere ultimo nella classifica degli amministratori locali graditi ai cittadini italiani", dichiara Alberto Samonà, assessore regionale ai beni culturali e all'identità siciliana.

"Anche da parte mia - aggiunge - ci sarà massima collaborazione con il neo assessore Mario Zito, verso cui nutro tra le altre cose una profonda stima".

«Il sindaco di Palermo dice che la sua amministrazione comunale non vorrà avere rapporti con l’assessore regionale Alberto Samonà», ha reagito il presidente della Regione, Nello Musumeci. Si tratta, ha aggiunto, di «una inqualificabile censura istituzionale che offende l’autonomia del mio ruolo e del governo della Regione. Una caduta di stile senza precedenti, nei rapporti di leale collaborazione tra istituzioni, che va ben oltre ogni pur legittima critica politica. Pazienza: ce ne faremo una ragione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X