stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Movida di Palermo, l'ex assessore Santoro contro Orlando
NUOVE REGOLE

Movida di Palermo, l'ex assessore Santoro contro Orlando

Le nuove regole per la movida palermitana non vanno a genio all'ex consigliere ed ex assessore comunale di Palermo, Stefano Santoro, che in una nota si scaglia contro il sindaco Orlando, additandolo come "proibizionista".

“A Palermo sono vietati gli alcolici in giro nelle ore serali. Dopo le 20 si potranno vendere e consumare cocktail e altre bevande alcoliche solo all'interno di bar, pub, locali e spazi esterni. È quanto stabilito da un'ordinanza del sindaco di Palermo. Non sarà più consentito, quindi, bere davanti ai locali. Questo produrrà un danno incredibile ai titolari dei pubblici esercizi che già sono limitati dal distanziamento sociale e dalle prescrizioni. Vedranno crollare ulteriormente i loro affari. Dopo le ulteriori chiusure ai locali, ecco il proibizionismo anomalo che in siffatta maniera non c'è dubbio che vuole discriminare alcuni esercizi commerciali che sono ubicati in particolari zone del centro storico della città a lui care, a discapito degli altri locali. È anacronistico che una città che vuole vivere e vivere di turismo, debba chiudere all'1,30. Soprattutto in estate". Lo scrive in una nota Stefano Santoro, ex consigliere ed ex assessore comunale di Palermo.

Santoro, inoltre, sostiene che questa ordinanza renda Palermo simile alla Chicago degli anni '20, quando il prezzo dell'alcol schizzò alle stelle. Una sorta di nuovo proibizionismo, insomma, che vieta la vendita di alcolici da asporto dopo le 20. Intanto si chiede come mai siano permessi distributori automatici di birra autorizzati in centro storico e via Libertà.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X