IL CASO

Bagheria, il Pd: "Allarme igienico-sanitario al cimitero"

BAGHERIA. Il cimitero comunale di Bagheria è in stato di abbandono e degrado. Lo denuncia il Pd della cittadina in provincia di Palermo. «Sacchi di rifiuti speciali abbandonati, resti di bare accatastate dietro il muro dei loculi, resti di estumulazioni (legno, tessuti...) lasciati dentro bacinelle accessibili a tutti, viali  invasi dalle erbacce che rappresentano un rischio di incendio e un possibile rifugio per pulci e zecche. Una situazione igienico sanitaria a dir poco critica», si legge nella nota.

«Tutto ciò ci riporta a scene già viste in passato, che il Movimento 5 Stelle non lesinava di criticare duramente. - prosegue - Si assiste alla scarsità di loculi e il sovraffollamento di salme, che potrebbero comportare seri rischi per la salute pubblica e per i dipendenti comunali che lavorano in condizioni disastrose. Basti pensare che, al momento, a fronte di circa 10 decessi settimanali non vi sono nuovi loculi disponibili: vengono compiute sei estumulazioni la settimana (anche in piena estate), con conseguente aumento delle salme poste in deposito nella camera mortuaria».

«Tra il muro di cinta e il muro esterno dei loculi - spiega la nota - sono stati creati due corridoi che contengono una quantità di bare vuote in legno, provenienti da estumulazioni e che emano un odore nauseabondo. I viali sono facilmente raggiungibili da tutti coloro frequentano il cimitero».

E inadeguata sarebbe anche la camera mortuaria. «Il fetore proveniente dalla camera - conclude - esce dalla finestra e invade l'accesso del cimitero che è subito prospiciente; il condizionatore alla data del sopralluogo non era funzionante e il locale non è coibentato con la conseguenza che in estate il locale può raggiungere anche i 40 C».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X