stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Monreale, un taglio ai costi della politica
COMUNE

Monreale, un taglio ai costi della politica

di
Voto favorevole in Consiglio: nessun compenso ai componenti delle commissioni le cui sedute andranno deserte

MONREALE. Così come hanno ripetuto in tanti, vuole essere solo un segnale. Un piccolo ma importante segnale che va in direzione del taglio dei costi della politica. Venerdì sera il consiglio comunale, modificando il suo regolamento, ha stabilito di non corrispondere il gettone di presenza alle sedute di commissione consiliare che andranno deserte. Una decisione che ha trovato d'accordo, per una volta, maggioranza e opposizione. Solo il grillino Fabio Costantini è stato contrario. Alla fine la votazione è terminata con 16 sì e un no.

Niente compenso, quindi, per le sedute di commissione (ma non per quelle consiliari), che non si riuniranno per assenza dei componenti. In pratica, se fino ad oggi a ogni convocazione di commissione i consiglieri di appartenenza avevano diritto a 14 euro netti, da domani mattina non avranno nulla a pretendere se quella seduta andrà deserta. Godranno però della giustificazione per il loro posto di lavoro. La proposta di togliere gli emolumenti alle riunioni di commissione deserte era stata precedentemente approvata all'unanimità dalla prima commissione, presieduta da Rosanna Giannetto (Pd), che ha poi illustrato la proposta di delibera in aula.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X