stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Palermo, al Comune più ore per 2.200 impiegati Ecco quanto guadagneranno al mese
IL PIANO

Palermo, al Comune più ore per 2.200 impiegati
Ecco quanto guadagneranno al mese

di
Stanziati 10 milioni per le «integrazioni» e per avviare i concorsi che serviranno a stabilizzare altri precari e fare nuove assunzioni

PALERMO. In arrivo le integrazioni delle ore, e quindi degli stipendi, di 2.200 ex Lsu del Comune. Si tratta di una parte dei 2.800 precari assunti nel 2009, alcuni a tempo determinato altri a tempo indeterminato, stabilizzati con orari diversi. Delle difformità che hanno scatenato nel tempo la protesta dei sindacati. Ci sono impiegati delle fasce più basse, ad esempio, con 32 ore e altri della stessa categoria con 20 ore. Il sindaco Leoluca Orlando ha messo a disposizione dieci milioni di euro di cui cinque per riequilibrare le ore e altri cinque per i concorsi rivolti all’esterno, per altre stabilizzazioni e per contrattualizzare nuovi dirigenti. Il piano è stato illustrato ieri ai sindacati ed entro l’anno dovrebbe essere realtà.

I 483 lavoratori di categoria A, come attacchini o ausiliari dei servizi scolastici, a fronte di un incremento da uno a quattro ore settimanali (passeranno tutti in media a 26 ore) percepiranno al lordo 1.006 in busta paga, cioè circa 170 euro in più lordi. A queste somme chiaramente si aggiungeranno tredicesima, bonus degli 80 euro, premi di produttività e altro.
I dipendenti di categoria B, 1.201 in tutto, come i collaboratori amministrativi, passeranno a 25 ore settimanali (avranno un incremento da una a cinque ore in più settimanali) e in busta paga prenderanno 1026, cioè circa 140 euro in più ogni mese.
I 455 di categoria C, che include gli agenti di polizia municipale e gli educatori degli asili nido, avranno un incremento da due a tre ore in più a settimana, per un totale di 23 ore, e percepiranno 1.072 euro al mese. In più avranno 156 lordi al mese.
Infine saranno interessati dal piano anche i 63 lavoratori di categoria D1, come gli esperti contabili, che avranno due ore in più alla settimana per un importo di 1106 e un incremento in busta paga di 119 euro lordi. Questi lavoratori passeranno a 22 ore.

Per Nicola Scaglione della Cisl «i 10 milioni non sembrano l’importo massimo che il Comune ha potuto stanziare, abbiamo riserve che possano essere di più, il sindaco cerchi la possibilità di impegnare altre risorse». E per Sandra Biasini della Uil «è vero, qualcosa finalmente si muove, ma avevamo chiesto un salario minimo di dignità di almeno mille euro netti che non è stato raggiunto. E le ore non consentiranno un miglioramento dei servizi». Il piano comunque va avanti e dopo l’approvazione del bilancio per i 2.200, entro l’anno, dovrebbe arrivare la firma dei nuovi contratti.

Nel frattempo l’amministrazione farà scattare le procedure per nuove assunzioni che riguarderanno intanto 57 ex articolisti che, dopo 3 proroghe, rischiano altrimenti il licenziamento. Per loro è prevista una selezione riservata. Altra procedura concorsuale interesserà 37 dei 213 precari rimasti che nel 2015 dovrebbero raggiungere la stabilizzazione. Il Comune procederà poi col reclutamento di 14 dirigenti a tempo indeterminato, ma in questo caso è probabile che il ricorso alle procedure di mobilità da altri enti, come Comuni o Province, veda esaurire i posti in breve tempo. Infine cresce l’attesa per il concorso che servirà a reclutare 13 insegnanti di scuola materna a 20 ore e sei supplenti. Anche in questo caso le procedure concorsuali scatteranno dopo il via libera al bilancio.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X