stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Asp Palermo, concorso per 7 incarichi di direttore: dove e come partecipare
LAVORO

Asp Palermo, concorso per 7 incarichi di direttore: dove e come partecipare

L'Asp ha indetto un concorso per il conferimento, per titoli e colloquio, di 7 incarichi quinquennali di direttore di varie U.O.C. La scadenza del bando è il 6 ottobre 2022.

I posti a disposizione

Si tratta di un posto di direttore Medico di Medicina Fisica e Riabilitazione per la U.O.C. "Recupero e Riabilitazione Funzionale" del P.O. "Civico" di Partinico afferente al Dipartimento Interaziendale di Medicina Fisica e Riabilitativa; un posto di direttore Medico di Medicina Fisica e Riabilitazione per la U.O.C. "Recupero e Riabilitazione Funzionale" del P.O. "Cimino" di Termini Imerese afferente al Dipartimento Interaziendale di Medicina Fisica e Riabilitativa; un posto di direttore Medico di Medicina Fisica e Riabilitazione per la U.O.C. "Recupero e Riabilitazione Funzionale" del P.O. "Villa delle Ginestre" di Palermo afferente al Dipartimento Interaziendale di Medicina Fisica e Riabilitativa; un posto di direttore Medico per la U.O.C. "Unità spinale" del P.O. "Villa delle Ginestre" di Palermo afferente al Dipartimento Interaziendale di Medicina Fisica e Riabilitativa; un posto di direttore Medico di Organizzazione servizi sanitari di base per la U.O.C. "PTA Biondo" del DS 42 di Palermo; un posto di direttore Medico di Ginecologia e Ostetricia per la U.O.C. "Ginecologia e Ostetricia –P.O. G.F. Ingrassia di Palermo" afferente al Dipartimento della Salute della Famiglia; un posto di direttore Medico di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica per la U.O.C. "Accreditamento" afferente al Dipartimento di Prevenzione.

I requisiti

I requisiti generali prevedono: Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea, o loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello stato di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria; - Idoneità fisica all'impiego ed alla mansione specifica: il relativo accertamento sarà effettuato, con l'osservanza delle norme in tema di categorie protette prima dell'immissione in servizio, a cura dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo; - godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere agli impieghi coloro che sono stati esclusi dall'elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati o destituiti ( licenziati) dall’impiego presso una pubblica amministrazione per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile o che sono stati oggetto di licenziamento disciplinare - i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea o di altra nazionalità devono godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza, essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza, di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica ed avere adeguata conoscenza della lingua italiana. La partecipazione al concorso non è più soggetta a limiti di età, fermo restando quelli previsti dal vigente ordinamento per il collocamento a riposo obbligatorio; l’incarico potrà essere conferito per un periodo inferiore se coincide con il conseguimento del limite di età per il collocamento a riposo dell’interessato (art. 20 comma 3 CCNL Area Sanità 2016-2018).

I requisiti specifici

I requisiti specifici prevedono: 1) iscrizione al rispettivo albo professionale per il profilo di interesse (la relativa autocertificazione deve espressamente riportare: ordine, provincia, data e numero di iscrizione), l'iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei paesi dell'Unione Europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'Albo in Italia prima dell'assunzione in servizio; 2) Anzianità di servizio di 7 anni, di cui 5 nella disciplina o disciplina equipollente, e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente, ovvero anzianità di servizio di 10 anni nella disciplina. L'anzianità di servizio utile è quella prevista dall'art. 10 del D.P.R. n° 484/97, nonché quella equiparabile ai sensi degli artt. 11, 12 e 13 del citato D.P.R. in quanto applicabili. Ai fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute, si fa riferimento alle rispettive tabelle stabilite dal D. M. Sanità 30.01.1998 e successive modificazioni ed integrazioni. Ai sensi del D.M della Sanità n. 184 del 23 marzo 2000, ai fini dell’accesso all’incarico di direzione di Struttura Complessa del S.S.N. è valutabile, nell’ambito del requisito di anzianità di servizio di sette anni richiesto ai medici in possesso di specializzazione, ai sensi dell’art. 5, comma 1, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997, n. 484, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali, fermo restando il possesso degli altri requisiti previsti dal precitato art. 5 comma 1. Il servizio è valutato con riferimento all’orario settimanale svolto rapportato a quello dei medici dipendenti delle aziende sanitarie. I certificati di servizio, mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai fini di cui sopra, devono contenere l’indicazione dell’orario di attività settimanale. 3) Curriculum, ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. n° 484/97, in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata esperienza; 4) Attestato di formazione manageriale di cui all'art. 5, comma 1, lett. d), del richiamato D.P.R. 484/97, come modificato dall’art. 16 quinquies del D.Lgs. n.505/92 e s.m.i. Fino all’espletamento del primo corso di formazione manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo per l’incaricato di acquisire l’attestato entro un anno dall'inizio dell'incarico. Il mancato superamento del primo corso, attivato dalla Regione successivamente al conferimento dell'incarico, determina la decadenza dall'incarico stesso (art. 15, comma 8 del D.Lgs. n. 502/92). Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione. L'accertamento del possesso dei requisiti di cui ai superiori punti b/1, b/2, b/3 e b/4 è effettuato dalla Commissione di valutazione. Per quanto non previsto dal presente avviso in materia di requisiti specifici di ammissione si rimanda all'art. 5 del D.P.R. n° 484/97 anzidetto, nonché agli articoli ad esso collegati.

Come presentare la domanda

Le domande di partecipazione al concorso, redatte in carta semplice devono essere indirizzate al Direttore Generale dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, presso il 41 Dipartimento Risorse Umane, Via Pindemonte n° 88 - Padiglione 23 - Cap. 90129, Palermo, ed inviate esclusivamente con posta certificata alla seguente casella: (concorsi@pec.asppalermo.org) entro il termine perentorio del 30°giorno successivo alla data di pubblicazione dell'estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, a pena di esclusione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X